Chiodini non smette di crederci: “Possiamo ribaltarla nel ritorno”

Il direttore dopo la sconfitta dell’Osimana al primo turno della Coppa Italia Nazionale con l’Atletico Bmg

Tanta amarezza in casa Osimana dopo l’andata del primo turno della fase nazionale della Coppa Italia. La formazione di Aliberti, sempre alle prese con i con tanti problemi di formazione che attanagliano da diverso tempo i giallorossi a causa degli infortuni che hanno decimato a lungo la linea mediana a cui si sono aggiunte le squalifiche pesanti in attacco di uomini chiave come Alessandroni, Tittarelli e Pasquini oltre a Mercanti indisponibile è stata obbligata. A parlare alla fine del match è Mauro Chiodini ex portiere giallorosso tornato in società a ricoprire il ruolo di Direttore Tecnico: “Dobbiamo immediatamente trasformare l’amarezza in rabbia agonistica per affrontare il ritorno perché nonostante tutto quello che è successo oggi abbiamo creato tanto, meritavamo qualcosa di più – osserva Chiodini – il risultato ci penalizza in una maniera enorme perdere una partita 2-0 dopo la prestazione dei ragazzi, con le indisponibilità che avevamo, secondo me lascia l’amaro in bocca. Ma sono contento della prestazione e sono convinto che possiamo ribaltarla”.

Di certo nel match di ritorno con il rientro di Tittarelli e Alessandroni la forza offensiva dell’Osimana aumenta decisamente: “I numeri parlano da solo però oggi anche senza di loro potevamo portare a casa un risultato diverso – prosegue il direttore tecnico giallorosso – faccio i complimenti a chi è andato in campo, soprattuttoè la prima cosa che ho detto nello spogliatoio per essere riusciti a non perdere la testa perché quando succedono queste cose basta un attimo e si potrebbero perdere alcuni elementi preziosi nella gara di ritorno o prendere il terzo gol”.

Dall’altra parte ovviamente esprime grande soddisfazione il tecnico ospite Francesco Farsi che però non si lascia prendere dall’entusiasmo per un risultato che mette in discesa la partita di ritorno per la formazione umbra, ma invita alla prudenza e a tenere ancora alta la concentrazione: “Nessuna ipoteca, io sono contento della prestazione dei ragazzi, avevo chiesto una prova con gol perché ovviamente oggi sapevamo delle difficoltà di organico dell’Osimana – spiega Farsi – Dovevamo giocare assolutamente per ottenere un risultato che ci permettesse di ottenere dei vantaggi in vista della sfida di ritorno, l’abbiamo fatto però ancora nessuna ipoteca, perché so qual è il valore di questa squadra, di Tittarelli, Alessandroni, Pasquini quindi, più che felice sono ancora dispiaciuto per aver fallito il terzo gol, sarebbe stato ovviamente un altro paio di maniche, ma i ragazzi comunque hanno fatto una gran prestazione e gli faccio i complimenti, che faccio anche all’Osimana e al pubblico straordinario che c’è. Ero già stato a vedere qualche partita quindi so com’è, l’anno scorso ero stato nelle Marche quindi conosco gli come sono qui gli ambienti. È bello giocare, però è finito solo il primo tempo dobbiamo fare ancora il secondo.

L’immediato vantaggio ha di certo incanalato la gara nel migliore dei modi per l’Atletico BMG che però in alcuni tratti della gara ha sofferto la pressione dei ragazzi di Aliberti: “Dovevamo stare con il baricentro un po’ più alto, anche verso la fine del primo tempo avevamo avuto qualche problema, così all’inizio del secondo – analizza il tecnico umbro – Poi siamo stati bravi a rialzarci e l’episodio del 2-0 e la successiva espulsione ci hanno facilitato però nel complesso credo che abbiamo fatto una buona gara, abbiamo anche noi queste caratteristiche di subire pochi gol così come l’Osimana, così forti del vantaggio da un lato c’era la forza di spinta dell’Osimana dall’altro il nostro avere fiducia nel saperci difendere e non subire gol e questo ha permesso che si sviluppasse questa dinamica di gioco”

Sergio Brizi
Author: Sergio Brizi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS