Chieti gioisce, cade il Porto D’Ascoli: ma quante proteste al Riviera

SERIE D – Ospiti in vantaggio, la riprende Shiba e poi succede di tutto

Una gara incredibile quella andata in scena al Riviera delle Palme tra il Porto D’Ascoli e il Chieti. Alla fine a sorridere e a strappare i tre punti sono stati gli abruzzesi, con un rigore ripetuto a pochi istanti dalla fine del match.

Il primo squillo di una partita dura per la squadra di Ciampelli è del solito Napolano, bravo a liberarsi in area e con un pallonetto prova a sorprendere Fusco bravo a bloccare. Le vere occasioni del primo tempo si palesano però intorno alla mezzora. Il Chieti gioca meglio e sfonda sulla sinistra, palla ad altezza dischetto per Akammdu che di destro calcia rasoterra centrando in palo. Il Porto d’Ascoli, punto nell’orgoglio, reagisce. Da calcio d’angolo al 35′ Rossi colpisce di testa, sotto porta la palla viene toccata da Passalacqua che incrediblemente spara sulla traversa. Grandi proteste per la squadra di Ciampelli che hanno sostetuto a gran voce il fatto che la sfera sia entrata. I gol però arrivano nella ripresa. A sbloccare il match dopo sette minuti della ripresa ci pensa Fabrizi per il Chieti. Da qui però il Porto D’Ascoli inizia a spingere a più non posso e al 24′ il neo entrato Shiba realizza il pareggio. Il Porto D’Ascoli spinge e trova anche un paio di occasioni da gol. A vincerla però nel finale di partita sono gli abruzzesi. Calcio di rigore segnalato dal direttore di gara per atterramento in area di un giocatore del Chieti. Sul dischetto si presenta Fabrizi che viene ipnotizzato da Finori che respinge. Per lo stesso arbitro però il rigore si deve ripetere, perché D’Alessandro era entrato in area di rigore. Rosso per D’Alessandro e sul dischetto questa volta va Akammdu che non sbaglia. Clima tesissimo nel finale ma il Porto D’Ascoli conosce il sapore della sconfitta per la prima volta nel campionato di Serie D.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia