Chieti corsaro, Fabrizi stende il Montegiorgio

Il Chieti festeggia la vittoria sotto i propri sostenitori

SERIE D – Pesante sconfitta nello scontro diretto casalingo per i ragazzi di Mengo ancora bloccati al terzultimo posto, i teatini allungano in classifica

Pesantissima sconfitta per il Montegiorgio che tra le mura amiche perde 2-0 lo scontro diretto salvezza contro il Chieti che trova in un ispiratissimo Fabrizi mattatore del match con una doppietta. I rossoblu, difensivamente appannati, davanti provano in tutti i modi ad affondare il colpo, ma un po’ di sfortuna con un palo e una traversa colpiti, e un po’ la mancanza di idee, non riescono a gonfiare la rete alle spalle di Fusco che resta immacolata.

Primo tempo tambureggiante con le squadre che la impostano più sul fisico che sull’aspetto tecnico. Ad aprire le danze è il Montegiorgio. E’ l’ottavo, Albanesi si invola sulla sinistra e si beve tutti i suoi marcatori, entra in area, un dribbling per liberare il destro ma sulla traiettoria del tiro trova l’ottima risposta di Fusco. Bisogna attendere il 26’ per vedere il Chieti in avanti, ma per i teatini l’attesa viene ripagata dal gol del vantaggio. Prima il neo-entrato Dondoni in mischia calcia fuori, ma qualche secondo dopo Fabrizi si mette in proprio e dai 20 metri lascia partire un gran sinistro che si stampa sul palo più lontano e si insacca in rete. Gagliardini vola ma non può mai arrivarci. Sotto di un gol il Montegiorgio le prova tutte per pareggiare, sfruttando soprattutto l’out di sinistra. Da una di queste azioni nasce l’occasionissima per i rossoblu: da calcio d’angolo De Meio sul secondo palo impatta ma la palla si schianta sul palo. Solo mani nei capelli per una grande occasione divorata

La ripresa si apre all’insegna dei colori neroverdi. Dopo quattro minuti, da una punizione piuttosto innocua il Chieti va vicino al raddoppio: Gagliardini si aspetta una palla al centro, Mele calcia una bordata sul primo palo e il numero uno rossoblu deve volare per negargli il gol. Un minuto dopo però il 2-0 si materializza: ancora con Fabrizi che prima salta con un tunnel l’avversario e poi buca Gagliardini ingannato da un rimbalzo balordo della sfera. Il nove teatino è ispiratissimo, recupera palla e vede il portiere fuori dai pali, non ci pensa due volte e da posizione siderale calcia in porta ma Gagliardini si salva come può. La reazione del Montegiorgio arriva all’11’ con un timido tiro di Ruci sporcato dalla difesa. Al 18’ i padroni di casa possono accorciare con Perpepaj che con un colpo di testa all’indietro prova a beffare Fusco, la traversa gli dice di no, Fusco ringrazia e si ritrova il pallone tra le mani. Il Montegiorgio prende coraggio e al 28’ si divora il gol per accorciare: cross di Mandolesi che mette fuori dai giochi la difesa neroverde ma a Perpepaj manca il killer instinct per spingerla dentro. Nel finale la gara si incattivisce con il Chieti che colleziona cartellini gialli per far scorrere il tempo interrompendo il gioco. Il cronometro è nemico per gli uomini di Mengo e il triplice fischio emette il suo verdetto col Chieti che conquista tre punti preziosissimi in chiave salvezza, mentre per il Montegiorgio piove sul bagnato e resta bloccato al terzultimo posto.

Il tabellino

MONTEGIORGIO – CHIETI 0-2

MONTEGIORGIO (4-3-1-2): Gagliardini, Diouane, Puca, De Meio, Montanaro (36’st Perini); Santoro (25’st Nardella), Misin, Ruci; Rigen (9’st Mandolesi); Albanesi, Perpepaj. All. Mengo.

CHIETI (3-5-2): Fusco; Consorte, Bassini (11’st Dondoni), Pierantoni; Di Mino (20’st Del Greco), Ventola, Mele (39’st Puglielli), Verna, Siragusa; Rodia (23’st Mariani), Fabrizi (28’st Baldeh). All. Lucarelli

Arbitro: Zippilli di Mantova.

Reti: 27’ Fabrizi, 5’st Fabrizi

Ammoniti: Ruci, Verni, Fabrizi, Mele, Del Greco, Baldeh, Fusco.

Recupero: 2′ – 6′.

Dalla Home

Articolo Precedente
Articolo Successivo

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana