Cesena, uno-due micidiale: Recanatese ko

Mister Pagliari

SERIE C -Al Tubaldi finisce 1-2

di Andrea Verdolini

Serviva la partita impeccabile contro l’irresistibile capolista ed una Recanatese encomiabile per certi aspetti l’ha disputata per 85 minuti ma ha pagato carissimo l’inizio, davvero molle e da dimenticare dove la corazzata romagnola ne ha legittimamente approfittato ed a quel punto rimontare due reti era oggettivamente un’impresa titanica. Questa la sintesi di un match che ha comunque offerto emozioni per il generosissimo secondo tempo dei leopardiani nel quale la capolista ha barcollato ma tutto questo non fa altro che aumentare i rimpianti. Resta il problema della difesa che subisce troppo e che ha gli effettivi contati: serve recuperare gli acciaccati ed intervenire su mercato per evitare sofferenze.
Una partenza da incubo, come detto, indirizza subito la contesa: il sierraleonese Kargbo si mette in luce sulla fascia, pesca Shpendi in area che ciabatta la conclusione. Il Cesena spine forte sul gas e passa al 5’: angolo di Adamo, stacca in area Silvestri, palla che accarezza il palo e si infila alle spalle del portiere. Un paio di giri di lancette ed è il raddoppio: la difesa giallorossa si fa cogliere d’infilata dalla scheggia Kargbo che viaggia a velocità tripla, assist per Shpendi che realizza uno dei gol più agevoli della sua breve carriera. La mazzata non può non tramortire i leopardiani che solo a gran fatica riprendono pian piano il filo del discorso con un possesso palla che però non trova alcuna finalizzazione insidiosa. I romagnoli sono in controllo e sfiorano il tris con una splendida imbucata di Kargbo per smarca Berti: il 19enne ignora Shpendi che aveva lo specchio della porta a disposizione, si fa ingolosire dall’opportunità con Meli che riesce a murare. L’unico squillo della Recanatese arriva al 37’ con Sbaffo che riesce a servire Giampaolo ma il suo destro viene respinto a mani aperte da Pisseri. Pagliari dopo l’intervallo getta nella mischia Melchiorri e Prisco: cambia lo schieramento tattico ed in avvio proprio Melchiorri offre un ottimo pallone a Carpani sul quale è provvidenziale Pieraccini. Dentro anche Ferretti per Lipari non essendoci ormai molto da difendere. Cercano di metterci cuore e generosità i padroni di casa mentre tra le fila della capolista Corazza va a fare il vertice alto con Berti e Shpendi alle sue spalle. Il Cesena serra le file e non concede praticamente nulla con Prestia e Silvestri insuperabili. Poi il lampo: Longobardi rimette in area, Silvestri anticipa Sbaffo e sul pallone vagante si avventa Ferretti che scaraventa in rete. Il Cesena si affida al mestiere, l’arbitro, per certi aspetti, glielo consente. Egharevba fugge sulla fascia, colpo di Melchiorri, fuori di un niente. Finisce così, maledicendo davvero gli scellerati e decisivi sette minuti iniziali con i tifosi ospiti, fuori dallo stadio che intonano il loro inno “Romagna mia.”

RECANATESE (3-5-2): Meli; Ricci (1’st Prisco), Ferrante, Peretti; Longobardi, Lipari (9’st Ferretti), Morrone, Carpani, Quacquarelli (31’st Egharevba); Sbaffo, Giampaolo (1’st Melchiorri) All.re Pagliari A disp. Tiberi, Mascolo, Senigagliesi, Raparo, Canonici
CESENA (3-4-2-1): Pisseri; Pieraccini, Prestia, Silvestri (37’Piacentini); Adamo (1’st Pierozzi), De Rose, Francesconi, Donnarumma (37’David); Berti (37’st Varone); Kargbo (13’st Corazza); C.Shpendi All.re Toscano A disp. Pitti, Chiarello, Bumbu, Hraiech, Ogunseye, Coccolo, Giovannini, Bagli, Siano
Arbitro : Crezzini di Siena
Reti: 5’p.t.Silvestri, 7’C.Shpendi, 32’st Ferretti
Note: Spettatori 675 (200 gli ospiti) ammoniti Adamo, Donnarumma, Varone, Ferretti, Ferrante. Recupero 1’+6’. Angoli 2-4

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS