Centrodestra all’attacco: “Scivolone di Spazzafumo, usa stemma del Comune per iniziativa personale”

Il manifesto sotto accusa

“Il sindaco ammette di aver commesso errori ma poi nei fatti continua a considerare il Comune come la propria azienda privata”

“Dopo la conferenza stampa di fine anno tenuta dal centrodestra, il sindaco Spazzafumo ammette di aver commesso errori e di considerare l’opposizione come stimolo a migliorare“, tutto il centrodestra contesta il sindaco di San Benedetto del Tronto.
Il primo cittadino aveva scritto in un post “…in questi primi mesi del mio mandato ho realizzato che il Comune non è un’azienda”.

Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia attaccano: “Sembrerebbero buone notizie, ma poi nei fatti fa l’esatto contrario. Infatti fa affiggere su una plancia privata un proprio manifesto augurale (foto, ndr)che, spiega egli stesso, è frutto di una sua personale iniziativa sia sotto l’aspetto economico che nei contenuti, realizzato con il suo stile e le sue parole.
Non ci sarebbe niente di male se non fosse per il fatto che sul manifesto privato di Spazzafumo risulta visibile in basso il patrocinio del Comune di San Benedetto del Tronto e addirittura viene riportato l’indirizzo del sito istituzionale”.
“Lo Statuto comunale – spiega il centrodestra – prevede che la riproduzione dello stemma del Comune per fini non istituzionali soltanto ove sussista un pubblico interesse ma nella fattispecie, come testualmente dichiarato dallo stesso Spazzafumo, si tratta di una personale e privata iniziativa.
Lo avrebbe potuto fare con il logo della propria azienda, ma non è accettabile che venga fatto con quello dell’ente territoriale rappresentato dal comune di San Benedetto.
Per ottenere la concessione del patrocinio comunale a titolo non oneroso è necessaria una specifica domanda e una autorizzazione all’utilizzo dello stemma comunale, entrambi gli atti documentali non sono rintracciabili perché semplicemente non sono stati prodotti”.

Fratelli d’Italia, Lega  e Forza Italia concludono l’excursus critico: “Siccome nel proprio manifesto autoreferenziale Spazzafumo scrive “Il futuro della nostra città è nelle vostre mani, ricordatecelo sempre”, con questa denuncia intendiamo ricordargli che lo stemma dell’ente Comune non può essere impiegato a proprio uso e consumo”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana