Centrocampo e difesa come neve al sole, prova da dimenticare

Vincenzo Scognamiglio

PAGELLE RECANATESE – Scognamiglio irriconoscibile, Candidi spaesato: Titone lucido sul gol di Liguori

De Chirico 5,5: Poco reattivo sul primo gol, incolpevole sugli altri tre.

Ferrante 5: Non dà tutte le sicurezze di cui ci aveva abituato finora. (23’st Pennacchioni 6: Chiamato in causa per il forcing finale, ci sta anche il suo zampino nell’unico gol)

Scognamiglio 4,5: E’ lui il perno difensivo, tante responsabilità su tutte le reti laziali. Partita da dimenticare.

Brunetti 5: Non trova sintonia con i compagni di reparto (1’st Senigagliesi 6: ci prova, si dà da fare)

Donzelli 5,5: Non incide come avrebbe dovuto

Candidi 4,5: Un fantasma sulla fascia, poco contributo difensivo e nullo quello offensivo. (1’st Morazzini 5,5: Patisce poco il gioco degli avversari entrando quando la squadra era costretta ad attaccare).

Raparo 5: Se serve un filtro a centrocampo, quello deve essere lui ma le troppe amnesie difensive partono dalla fase di ripiegamento dei centrocampisti.

Bove 5: Schierato mezzala viene bucato troppe volte e troppo facilmente. (1’st Sbaffo 5,5: Entra per dare una scossa ma la squadra è tramortita dalle tre reti già incassate)

Liguori 6: E’ suo il gol della bandiera, nel primo tempo uno dei pochi a spendersi per la causa.

Titone 5,5: Meno palloni del solito sui suoi piedi, lucido in occasione del gol di Liguori

Pezzotti 6: Dal suo sinistro partono cross incantevoli, ma i compagni spesso in offside rendono il lavoro vano. Forse si chiedeva qualcosa di più in fase di spinta

error: Contenuto protetto !!