“C’è il corpo di un uomo steso sul prato”, ma stava solo smaltendo la sbornia

Degrado all’ex campo sportivo di piazza D’Armi

Per il comune di Ancona è un’area adibita a parcheggio, per giunta gratis, di facile accesso e a pochi metri dal tradizionale mercato degli ambulanti in piazza d’Armi. Un parcheggio che peraltro è regolato in entrata e in uscita anche da un addetto che evita il blocco del traffico lungo la via che costeggia l’ex campo sportivo di piazza D’Armi. Peccato che questo addetto sia un abusivo a tutti gli effetti che non esita a infilare le mani dentro le auto in uscita dal parcheggio pur di recuperare qualche spicciolo.

Una zona quella del parcheggio che un tempo ospitava il campo da calcio ma che ora è divenuta il simbolo del degrado. Tra rifiuti e sporcizia di ogni genere c’è anche chi in pieno giorno smaltisce le sbronze in mezzo alla vegetazione. Un po’ come accaduto nella giornata di martedì quando alcuni passanti hanno notato il corpo di un uomo in mezzo ai roghi. In tanti hanno pensato al peggio e non poteva essere diversamente poi sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Municipale che hanno svegliato l’uomo il quale ha riferito con gesti che stava dormendo e che non voleva andare in ospedale.

Una zona quella dell’ex campo sportivo dove si trova di tutto in fatto di rifiuti, compresa una cella frigorifera di un furgone data alle fiamme. Un tempo il cancello di accesso alla struttura veniva chiuso attorno alle 13,30 ora invece resta aperto 24 ore su 24, 7 giorni alla settimana. Un luogo dove lo spaccio di sostanze stupefacenti è praticamente di casa al punto tale che in passato nel punto in cui vi erano gli spogliatoio dell’impianto sportivo ci sono stati anche dei decessi per overdose. Un angolo di degrado che peraltro ha visto in questi anni decine di interventi da parte del 118, Polizia e Carabinieri proprio per episodi legati al consumo di sostanze stupefacenti. Vite salvate all’ultimo istante grazie anche all’intuito dei soccorritori che in caso di overdosi sospette al piazza D’Armi sanno benissimo dove andare.

Una situazione che si trascina da anni nonostante il comune di Ancona sia riuscito ad abbattere dei ruderi che si trovavano proprio ai lati del campo sportivo lungo la stradina che poi conduce all’incrocio tra via della Montagnola e via Torresi. Nonostante ciò la zona dell’ex campo sportivo continua ad essere terra di conquista per sbandati e senza fissa dimora, basti pensare che ai primi di marzo un nigeriano era stato picchiato da altre persone per essere poi scaricato in un cassonetto dell’immondizia. A ritrovarlo il personale del 118 assieme ad un equipaggio della Croce Gialla intervenuto sul posto.

Giada Berdini
Author: Giada Berdini

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS