Catamarano si ribalta, paura per una coppia

L’intervento davanti al porto di Senigallia

Lo scorso 3 luglio, una motovedetta della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Ancona, nel corso di una crociera d’istituto per fini di polizia economico-finanziaria e vigilanza costiera, nelle acque prospicienti il porto di Senigallia, è intervenuta a soccorso di un’imbarcazione da diporto.

Erano da poco passate le undici del mattino, quando l’equipaggio della vedetta del Corpo avvistava un natante da diporto di circa 6 metri, tipo catamarano, che si era ribaltato. Avvicinatosi all’imbarcazione i finanzieri notavano che i due occupanti, caduti in acqua, tentavano invano di rimetterla in assetto. Percepito il grave ed imminente pericolo per l’incolumità delle persone e per il mezzo nautico, a causa delle condizioni meteo marine in atto, con il vento sempre più forte, che scarrocciava il catamarano verso la scogliera frangiflutti del porto, i finanzieri intervenivano tempestivamente e con l’ausilio di una cima e di una serie di manovre, dopo ripetuti tentativi, riuscivano a raddrizzare il natante e a porre in sicurezza i due componenti dell’equipaggio.

 

Al termine dell’intervento di soccorso, accertate le condizioni di salute dei diportisti, risultati essere una coppia residente a Senigallia, la finanza ha scortato l’unità fino alle acque antistanti il circolo velico dell’omonimo porto.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia