Castelnuovo in confusione, anche mister Vagnoni lascia l’incarico

ECCELLENZA – Dopo il ds Cicchi, pure l’allenatore si dimette: “Sono cambiate le cose”

Roberto Vagnoni non è più l’allenatore del Castelnuovo Vomano, Eccellenza Abruzzo. Il tecnico ha deciso di rassegnare le sue dimissioni, seguendo la strada tracciata dal ds Claudio Cicchi che qualche ora prima aveva rinunciato all’incarico (leggi).

L’ex tecnico della Civitanovese ci ha tenuto a spiegare alla luce del sole i fatti che lo hanno portato a ponderare la sua scelta. “A Castelnuovo ero andato grazie al direttore Cicchi, che a sua volta era tornato per il ritorno dopo un anno di assenza del patron Marini. Dopo una stagione difficile (culminata con una retrocessione dalla D, ndr), in cui l’ambiente aveva perso un po’ di credibilità, stavamo cercando di ricostruire tutto – le parole di Vagnoni -, ma ora l’addio improvviso di Marini stesso ha portato conseguentemente al saluto di Cicchi. Da parte mia, nonostante il legame con il direttore, c’era la disponibilità a continuare, ma dopo altri tre o quattro giorni ho capito che non c’erano più i presupposti per rimanere”.

Vagnoni continua. “Stavamo lavorando bene da un mese, con Claudio avevamo viaggiato a braccetto andando anche a casa dei calciatori per convincerli a sposare questo progetto. Ora però è giusto che anche io faccia un passo indietro. Torniamo “liberi”, anche se i giochi sulle panchine sono oramai fatti…”.

Clamoroso anche il destino beffardo del tecnico ascolano, che se solo lo stop per Covid – nella stagione 2019-20  – fosse arrivato una settimana prima avrebbe vinto un campionato di Serie D (con il San Nicolò Notaresco) sfondando le porte della Lega Pro. A marzo, invece, all’ultima giornata che si disputò regolarmente ci fu il sorpasso del Matelica di Colavitto, ora mister top in C. Mentre Vagnoni è dovuto ripartire più in basso. “Il calcio è questo – sorride -.  Non mi vergogno di dire che nonostante quella grande annata a Notaresco poi non ricevetti alcuna richiesta in D. Accettai così la proposta del Nereto, con premesse importanti che poi vennero meno… Ed ora sono qua, il calcio va in questa maniera”.

 

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana