Castelfidardo show, per la Jesina altra domenica tutta da dimenticare

ECCELLENZA – Netto 3-0 per i padroni di casa. Leoncelli in difficoltà

Il Castelfidardo batte con un netto 3-0 la Jesina al Mancini in una sfida che, dopo essere rimasta equilibrata per quasi un’ora, una volta sboccato il risultato ha visto i padroni di casa sovrastare i leoncelli realizzando altre due reti e sfiorandone almeno altrettante con i biancorossi che passati in svantaggio si sono praticamente sciolti. Giuliodori nel suo undici iniziale propone al centro dell’attacco Sidorenco all’esordio da titolare affiancato da Braconi e Nanapere, mentre nella Jesina oltre agli squalificati Thiago Capomagggio e Grillo, Strappini deve fare a meno anche di Zandri influenzato.

Parte meglio il Castelfidardo che manovra bene e costringe gli ospiti a difendere, ma i biancorossi sono bravi a prendere subito le misure ai padroni di casa riuscendo ad alzare il baricentro e a prendere in mano l’iniziativa, ma la pressione leoncella produce appena una buona sponda di Trudo per Cordella il cui tiro è deviato da un difensore in angolo. I biancoverdi trascorrono così il primo quarto d’ora nel raccolti nella propria metà campo riuscendo fino a metà tempo a superare raramente la trequarti avversaria. Con pazienza però i ragazzi di Giuliodori provano a cambiare l’inerzia di una gara nella quale l’unica nota di cronaca fino a ben oltre la mezz’ora è la sostituzione di Belkaid uscito a ridosso del 30’ per un problema fisico. L’unica occasione di una prima frazione davvero povera di emozioni arriva mentre ci si sta avviando all’intervallo con i padroni di casa che al 43’ sfondano con Fabbri a sinistra che dal fondo centra basso all’indietro dove trova Miotto che prova la battuta in corsa, Nanapere corregge a due passi dalla porta la traiettoria destinata a terminare fuori, ma centra Pistola che salva in qualche modo e si torna negli spogliatoi a reti bianche.

Sulla scia del primo tempo il Castelfidardo riparte deciso e all’8’ crea il primo pericolo alla porta leoncella ancora con Fabbri invitato al cross dal fondo dal tocco di Sidorenco sulla palla si avventano in molti, ma Pistola con coraggio riesce a evitare il gol. Passano altri quattro minuti e i biancoverdi trovano il vantaggio trovando un varco con Miotto liberato a destra da Fossi dopo una bella percussione centrale, pallone teso verso il palo lontano dove Nanapere in corsa deve soltanto depositare la sfera in rete. Il gol cambia il volto della gara, la Jesina sbanda e si disunisce e il Castelfidardo trova ampi spazi per andare vicina al raddoppio. Al 18’ Nanapere scappa a destra pallone a centroarea per Braconi che gira in bello stile, ma alza troppo la mira. Un minuto più tardi Evangelisti libera con un bel tocco al limite dell’area nanapere che solo davanti a Pistola manca il bersaglio. Strappini prova a trovare soluzioni per riuscire a contenere la spinta dei padroni di casa ma al 26’ arriva il raddoppio: su corner da destra di Fabbri Imbriola all’altezza del secondo palo stacca più in alto di tutti e di testa schiaccia alle spalle di Pistola per il 2-0. I leoncelli spariscono dal campo e il Castelfidardo gioca sul velluto trovando alla mezz’ora anche la terza rete ancora su azione di corner con Fabbri che pennella sul primo palo per l’incornata vincente di Sidorenco che lascia immobile Pistola per il 3-0. Ancora l’ex nazionale moldavo sfiora anche il poker approfittando di un movimento errato ella difesa ospite che gli permette di involarsi da solo verso Pistola, ma poi grazia l’estremo difensore biancorosso calciando a lato. Due minuti dopo è il turno di Fabbri che può liberare il diagonale col sinistro, ma anche stavolta non trova la porta. Nei minuti finali i padroni di casa si limitano ad amministrare il risultato che permette di incassare altri tre punti preziosi per restare agganciati alle posizioni di vertice. Proseguono invece le difficoltà in casa leoncella che incassa la quinta sconfitta nelle ultime sei gare.

Castelfidardo: Sarti, Fossi (62’ Morganti), Fabbri (86’ Graciotti L.); Cannoni, Imbriola, Rotondo; Braconi (70’ Fabiani), Miotto, Nanapere (89’ Kurti), Guella (62’ Evangelisti), Sidorenco All. – Giuliodori.

Jesina: Pistola, Giunti, Brega; Giovannini, Baah, Lucarini; Nazzarelli (67’ Chacana), Zagaglia, Trudo (79’ Dentice), Belkaid (29’ Capomaggio P. 60’ Kouentchi)), Cordella All. – Strappini.

Arbitro: Animento di Macerata.

Reti: 58’ Nanapere 71’ Imbriola 75’ Sidorenco.

Ammoniti: Trudo.

Sergio Brizi
Author: Sergio Brizi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS