Castelfidardo eroico, è Serie D! – VIDEO

È tripudio biancoverde al Galileo Mancini. Dopo novanta minuti intensi e dalle mille emozioni, il Castelfidardo ribalta il risultato maturato all’andata, batte 3 a 1 la Zenith Prato e vola in Serie D dopo due anni in Eccellenza. Vittoria meritata per la squadra di Giuliodori che ha interpretato al meglio il match in entrambe le fasi e nonostante l’inferiorità numerica nella ripresa per l’espulsione di Cannoni e il goal poco dopo di Cela che aveva riaperto tutti i discorsi.

I fisarmonicisti hanno trovato ulteriore energie e con grande carattere e determinazione hanno trovato la rete della Serie D, difesa poi con grande sofferenza e coesione nel finale dagli attacchi della Zenith Prato. Una promozione meritata per il Castelfidardo al termine di una stagione interminabile ma da incorniciare per i biancoverdi che settimana dopo settimana sono cresciuti sempre di più sotto la guida del proprio condottiero Marco Giuliodori. Dall’altra parte, grande delusione in casa Zenith Prato che deve dire addio a un passo dai sogni di gloria al termine di una stagione comunque più che positiva per i toscani che escono tra l’applauso del suo pubblico.

Splendido il colpo d’occhio del Galileo Mancini, colorato di biancoverde e gremito in ogni ordine di posto per una gara che vale un’intera stagione. Castelfidardo al via privo degli squalificati Imbriola e Rotondo, con Guella che, non al meglio della condizione, si accomoda inizialmente in panchina. Dall’altra parte la Zenith Prato al gran completo recupera il classe 2004 Cela che dopo aver saltato l’andata per squalifica, torna dal primo minuto al centro della difesa nell’undici iniziale scelto da Settesoldi.

Pronti e via e dopo appena diciotto secondi il Castelfidardo passa in vantaggio con Evangelisti che da distanza siderale prende la mira e trova una gran conclusione che si spegne sotto al sette, non lasciando scampo a un incolpevole Brunelli per la rete che vale l’1 a 0 e che fa esplodere il Mancini.

Poco prima del quarto d’ora i locali trovano il raddoppio: cross dalla destra di Pedini che pesca in area di rigore Nanapere che fa la sponda di testa per Braconi che davanti a Brunelli non sbaglia siglando la rete del 2 a 0

Fase centrale del match che vede i toscani gestire il pallone ma senza riuscire a rendersi particolarmente pericolosi, complice l’ottimo lavoro in fase di non possesso del Castelfidardo che chiude bene tutti gli spazi e quando può prova a fare male in contropiede come al trentacinquesimo dove Braconi su un cross dalla sinistra di Fabbri non riesce a trovare la deviazione vincente sotto porta

Prima di andare negli spogliatoi i padroni di casa hanno la palla del tre a zero, ma Nanapere da posizione più che favorevole calcia sul fondo. E così si va a riposo.

Ripresa
La prima grande chance dei secondi quarantacinque minuti è confezionata al quarto d’ora dal Castelfidardo. Punizione dalla destra di Fabbri e colpo di testa di Nanapere sul quale Brunelli risponde presente.

17′ Possibile sliding door del match: Cannoni commette fallo su Falteri per il direttore di gara non ci sono dubbi e mostra il cartellino rosso diretto al vice-capitano dei fisarmonicisti che va anzitempo sotto la doccia.

Passano cinque minuti sul cronometro e la Zenith Prato trova la rete che riapre tutti i discorsi. Bell’azione! palla a terra dei toscani con Castiello che arriva sul fondo e mette dentro un cross dalla destra per Cela che, ben appostato sul secondo palo di testa, batte Sarti per la rete che vale il 2 a 1

24′ Gli ospiti amaranto, sulle ali dell’entusiasmo si rendono ancora minacciosi con Falteri che si incunea in area di rigore con una bella iniziativa personale, ma la sua conclusione trova l’ottima risposta in corner di Sarti.

Poco dopo la mezz’ora il Castelfidardo trova la rete che riporta in paradiso i fisarmonicisti. Miotto riceve palla e dai trenta metri lascia partire un tracciante che non lascia scampo a Brunelli per la rete che vale il 3 a 1 e la Serie D.

44′ La Zenith Prato va vicinissima alla rete della Serie D. Rosi dal limite dell’area fa partire una conclusione che trova la deviazione di tacco di Ciravegna che si stampa sul palo.

All’ultimo minuto ancora pericolosi gli ospiti con Mariani che di testa impatta un cross dalla destra ma trova la risposta di Sarti, abile ad alzare la sfera sopra la traversa.

Dopo cinque minuti di recupero arriva il triplice fischio del direttore di gara che dà il via alla festa del Castelfidardo che festeggia con i suoi tifosi l’approdo in Serie D.

CASTELFIDARDO-ZENITH PRATO 3-1

Castelfidardo: Sarti, Pedini(38 st Fossi), Fabbri, Cannoni, Fabiani, Morganti, Evangelisti, Miotto, Braconi(27 st Nacciarriti), Nanapere, Sidorenco(8 st Guella). A disposizione: Schirripa, Fossi, Nacciarriti, Graciotti.Lucio, Guella, Marzuolo, Niccolini, De.Meo, Graciotti.Loris. All: Marco Giuliodori

Zenith Prato: Brunelli, Bagni(37 st Gonfiantini), Cela, Falteri, Kouassi(45+1′ st Mariani), Rosi, Saccenti, Casini(33 st Moretti), Castiello(43 st Mari), Chiaramonti, Lunghi(14 st Ciravegna). A disposizione: Pellegrini, Mariani, Mari, Luka, Gonfiantini, Ciravegna, Buscema, Braccesi, Moretti. All: Simone Settesoldi

Arbitro: Gabriele Framba di Torino
Reti: Evangelisti 1 pt, Braconi 14 pt, Cela 22 st, Miotto 31 st
Note: Ammoniti Braconi, Nanapere, Miotto, Ciravegna. Espulso Cannoni al 17 st. Spettatori 2500 circa di cui 100 circa da Prato

(GUARDA IL VIDEO)

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS