Castelfidardo-Anconitana, caos biglietti: ancora nessuna prevendita nel capoluogo e solo ora è richiesto il documento

I tifosi dell'Anconitana

ECCELLENZA – Diversi tagliandi sono stati già venduti senza alcuna restrizione, la Questura tardivamente obbliga l’acquirente a mostrare i suoi dati anagrafici

Come da accordi presi tra le due società e alla luce delle nuove disposizioni emanate dalle autorità di pubblica sicurezza, la vendita dei biglietti ancora disponibili, sia per il settore locali che per il settore ospiti, continuerà a Castelfidardo nei seguenti giorni e orari: venerdì dalle 15 alle 17, sabato sia di mattina (dalle 9 alle 12) che di pomeriggio (dalle 15 alle 19) e sarà l’ultima occasione nel caso in cui qualcuno volesse cambiare settore. Domenica invece dalle 9 alle 12. Solo ora, dopo diversi giorni di prevendita, per acquistare i tagliandi è obbligatoria l’esibizione di un documento d’identità.

Ciò cosa vorrà significare? Chi è residente ad Ancona non potrà acquistare i biglietti per il settore locale, ma solo ed esclusivamente quei pochissimi rimasti per il settore ospite? Un’ufficialità a riguardo non c’è, se non la dicitura da parte della questura “previa esibizione di un documento d’identità”.

A tal riguardo, sempre la Questura di Ancona ha ridotto sensibilmente la capienza del “Mancini”. Dai 1410 posti disponibili inizialmente (980 tribuna centrale, 150 gradinata locale e 280 settore ospiti) si è passati a 1162, tagliando quindi 248 posti. Circa la metà, informa la società locale, sono stati venduti, quelli riservati ai tifosi dell’Anconitana sono prossimi al sold out, restano quindi ancora pochissime ore per accaparrarsi un biglietto per la partitissima del campionato d’Eccellenza.

 

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia