Castel di Lama, in arrivo un nuovo asilo nido

L’Amministrazione comunale ha ottenuto un finanziamento da 672.000 euro per l’ex scuola di Sambuco, negli ultimi tempi sede della Croce Rossa e della Protezione Civile

di Federico Ameli

Buone notizie per le famiglie di Castel di Lama, che potranno presto contare su un nuovo asilo nido dedicato ai bimbi da 0 a 2 anni. Grazie ai fondi stanziati nell’ambito del Pnrr Istruzione, l’Amministrazione comunale ha ottenuto un finanziamento da 672.000 euro per dare nuova vita alla scuola della frazione di Sambuco, che attualmente ospita le sedi di Croce Rossa e Protezione Civile, attraverso un intervento di restyling in grado di garantire 32 nuovi posti per i bimbi del paese e non solo.

Come sottolineato dal sindaco Mauro Bochicchio, il finanziamento consentirà di ampliare ulteriormente i servizi a disposizione delle famiglie lamensi a partire dal recupero di un edificio che da tempo necessitava di un intervento di recupero, offrendo una risposta concreta ai nuclei familiari del paese che fino ad ora potevano contare solo sull’asilo nido di via Adige.

“Sebbene il finanziamento fosse originariamente dedicato alle realtà comunali più grandi, con delle graduatorie stilate dal Ministero dell’Istruzione e del Merito dalle quali inizialmente siamo stati esclusi, il bando prevedeva comunque la possibilità di partecipare e accedere alle risorse – spiega Bochicchio – Abbiamo pertanto presentato domanda e siamo felici di poter contare su un finanziamento importante in un momento in cui c’è una crescente richiesta di servizi, che il nostro asilo nido si è rivelato insufficiente a soddisfare. Purtroppo, nonostante la crisi delle nascite, per quest’anno scolastico siamo stati costretti a respingere le richieste di adesione di 13 famiglie di Castel di Lama al nido di via Adige. Grazie all’intervento di ristrutturazione, riusciremo a dare risposte ai residenti e, eventualmente, anche ai cittadini dei comuni del circondario. Incassato l’ok del Ministero, i tecnici del Comune sono già al lavoro per rispettare le scadenze fissate dal bando, che impongono di appaltare i lavori entro il prossimo autunno”.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS