Carabiniere forestale di 48 anni si sente male in autostrada: accosta e muore

Si sente male, e accosta l’auto lungo una piazzola di sosta sull’autostrada A24. Ma nonostante la tempestività, i soccorritori non sono riusciti a salvarlo. È morto così, mentre si stava recando al lavoro ad Assergi, molto probabilmente stroncato da un infarto fulminante, Antonio Filippini, 48enne carabiniere forestale di Nerito di Crognaleto.

Ad accorgersi che qualcosa non andava è stato uno degli operatori della sala di controllo di Strada dei Parchi, che attraverso la telecamera ha notato l’auto e il corpo riverso al posto di guida: ha dato l’allarme al 118, che ha inviato sul posto sia un’ambulanza medicalizzata che l’elicottero dall’Aquila. Purtroppo non c’è stato nulla da fare. Il medico del 118 non ha potuto far altro che constatare il decesso. Filippini, in servizio alla stazione del Parco ad Assergi, era molto conosciuto e non solo a Nerito, dove era anche presidente della Pro-loco. Tra i primi a raggiungere la camera ardente all’ospedale Mazzini, dove la salma è stata trasferita, il sindaco di Crognaleto, Giuseppe D’Alonzo, suo grande amico. Il militare dell’Arma lascia la moglie e una figlia.

Franco Cameli
Author: Franco Cameli

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS