Carabiniera marchigiana salva mamma di tre figli dal suicidio: la storia di Martina

Il sindaco Pugnaloni: “Eroe osimano”

“Un eroe osimano. Una giovane carabiniera che salva una vita! A nome mio personale e di tutta la città un caloroso abbraccio e un sentito ringraziamento a Martina Pigliapoco, osimana, 25 anni, che in servizio ha salvato una vita”. E’ il commento del sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni, dopo l’impresa portata a termine ieri (4 ottobre) dalla giovane carabiniera marchigiana.

Martina ha salvato la vita di una mamma di tre figli che voleva farla finita lanciandosi dal ponte di tipo tibetano di una strada forestale nel comune di Perarolo. Aveva scavalcato le protezioni laterali, poggiando i piedi su uno dei tiranti che impedisce il ribaltamento del ponte.

La carabiniera osimana si è avvicinata alla donna iniziando un contatto verbale e cercando di carpire i suoi problemi. Non consentiva a nessuno di avvicinarsi né tantomeno di parlare, interloquendo solo con Martina, seduta a terra a pochi metri dalla donna, come si vede nella foto che ha fatto il giro del web. Le due hanno parlato di tutto fino a che l’argomento non è stato dirottato sui figli, come consigliato dal militare negoziatore, anch’egli giunto sul posto, specializzato nelle trattative di questo tipo, ma che non ha potuto intervenire direttamente per espresso diniego della donna.

L’argomento ha aperto alla fine un varco nella confusione della donna, facendo leva sul bisogno di amore dei figli, dei sensi di colpa che avrebbe ingenerato loro. Raccogliendo tutte le sue forze la donna ha quindi scavalcato il parapetto, tornando sul ponte dove ha abbracciato la giovane carabiniere che l’ha fatta desistere.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia