Capolavoro Manisera: Terrè-Altobello-Rombini uno spettacolo

Le pagelle di Casette Verdini-Vigor Castelfidardo

GIORGI 6: Giornata da incubo per lui che deve raccogliere per ben cinque volte la palla in fondo al sacco anche se in tutte le circostanze è esente da colpe. Per il resto quando viene chiamato in causa risponde sempre presente come nella ripresa sulla bella conclusione di Fermani dalla distanza

TELLONI 5,5: Va spesso in difficoltà contro Terrè e Brugiapaglia non riuscendo a contrastare con efficacia la verve dei giocatori biancoazzurri. Da rivedere anche in fase offensiva dove si vede raramente e quando si spinge in avanti lo fa in maniera confusionaria

CIURLANTI 6: Controlla con attenzione e diligenza la sua zona di competenza rischiando il minimo sindacale. Prezioso anche sulle palle alte dove risolve alcune situazioni che potevano diventare pericolose(19 st BORDI 6: Entra già a gara compromessa ma comunque svolge il suo compito)

DONNARI 5: Causa il rigore dell’ uno a zero per la Vigor dopo appena due minuti intercettando con il braccio in modo anche abbastanza ingenuo il cross di Gambacorta. Per il resto non garantisce la solidità delle giornate migliori andando spesso in difficoltà contro Altobello e soci anche dal punto di vista fisico

CERQUOZZI 5: Anche lui come il suo compagno di reparto incappa in una giornata da incubo. È sempre in ritardo sugli anticipi non riuscendo mai ad anticipare Rombini e soci che tra le linee fanno quello che vogliono. Causa in maniera ingenua il rigore del raddoppio spintonando Fermani in area di rigore.

TIDIANE 6: Solita prova di grande quantità e sacrificio del centrocampista faro del centrocampo amaranto. Lotta e combatte su ogni pallone senza mai risparmiarsi e tirarsi indietro. Prova nel complesso sufficiente(28 st MANDOLESI 6: Quando entra ormai il risultato è già scritto fa quello che può fare si fa vedere in qualche circostanza quando viene chiamato in causa)

LAMI 6: Anche lui come il suo compagno di reparto Tidiane sforna la solita prova di quantità, generosità e grinta senza mai risparmiarsi. Recupera anche diversi palloni con grande caparbietà (1 st LATTANZI 5,5: Entra in campo in momento di grande difficoltà per la sua squadra prova a portare ordine in mezzo al campo ma senza grandi risultati perdendo anche qualche pallone sanguinoso)

RUSSO 6: Il capitano amaranto prova a dare ordine e qualità alla manovra della sua squadra e soprattutto nel primo tempo ci riesce con risultati discreti. È sempre insidioso anche da calcio da fermo dove con le sue traiettorie velenose soprattutto su palla inattiva crea sempre scompiglio nell’area di rigore avversaria. Nel complesso una prova sufficiente

ULIVELLO 7:  Nonostante la giornata da dimenticare per gli amaranto lui riprende da dove aveva concluso siglando subito una doppietta ricordando chi è il capocannoniere in carica del torneo. Per il resto viene lasciato troppo solo dai suoi compagni che non lo supportano a dovere ma nonostante risulta essere il più pericoloso degli amaranto e infatti da lui nascono i maggiori pericoli per la difesa della Vigor, il migliore in campo negli amaranto

GENTILUCCI 5: L’approccio alla gara sembra incoraggiante ma poi dopo qualche bella giocata sparisce lentamente dal vivo del gioco. Viene lasciato negli spogliatoi all’intervallo (1 st MALACCARI 5,5: Si fa vedere con qualche accelerazione ma nulla di più troppo poco per incidere nella gara)

ROMANSKI 6: Sicuramente non è meno nel vivo del gioco rispetto a come aveva abituato lo scorso anno ma comunque quando si accende è sempre un pericolo. Sfiora la rete nel primo tempo con un bel colpo di testa e nella ripresa con una conclusione che invece trova il miracolo di Carpera sulla sua strada, peccato. (12 st RIBICHINI 6: Sulle ali dell’entusiasmo dopo la tripletta alla Cluentina in coppa della settimana scorsa porta nuova linfa e vivacità per la parte finale di gara).

All. PAVONI 5: Sicuramente non era l’esordio che si aspettava e immaginava, la sua squadra incassa una sconfitta pesante sia dal punto di vista del pareggio che del morale. La sua squadra nonostante la rete subita a freddo nel primo tempo reagisce e gioca alla pari per quaranta minuti prima poi di accusare il contraccolpo psicologico della doppia rete subita nel finale di tempo che chiude già virtualmente il match. Da rivedere la fase difensiva con gli amaranto che hanno concesso troppo spazio e libertà ad Altobello e soci, poco brillante però anche la fase offensiva con Ulivello lasciato troppo isolato dai suoi compagni di reparto. È vero che è la prima gara di campionato ma sicuramente c’è molto lavoro da fare il neo tecnico amaranto che già da Lunedì dovrà sapere toccare le corde giuste per archiviare subito questa pesante sconfitta e preparare al meglio l’ostica trasferta di Rapagnano.

****

CARPERA 6: Nell’arco dei novanta minuti non deve compiere grandi interventi anche se quando viene chiamato in causa è sempre attento sventando ogni minaccia. Non ha colpe invece sulle reti subite

GAMBACORTA 7: Ottima prova in entrambe le fasi per il terzino destro biancoazzurro che è attento in fase difensiva e propositivo in quella offensiva dove si propone sempre con grande continuità e proprio da sue discese nascono i due rigori delle Vigor nel primo tempo.

BRUGIAPAGLIA 6,5: Anche lui come Gambacorta è molto intraprendente sulla corsia di sinistra dove crea numerosi grattacapi. Mette al centro tanti cross molto interessanti che però i suoi compagni non sfruttano sempre a dovere

BANDANERA 7: Prova impeccabile del centrale della Vigor che annulla completamente un dei migliori attacchi dello scorso torneo di Promozione concedendo davvero il minimo sindicale(43 st PICCIAFUOCO sv)

MARCONI 6,5: Mezzo voto in meno rispetto al suo compagno di reparto perché nell’occasione della seconda rete del Casette Verdini è troppo leggero nella marcatura su Ulivello che da bomber di razza gli va via. Per il resto è attento e concentrato per tutto l’arco, da evidenziare una chiusura provvidenziale sulla conclusione di Russo destinata in rete

MOSCA 7: Dà ordine, geometrie e qualità alla manovra della squadra di Manisera gestendo la palla sempre con grade lucidità e qualità. Prezioso anche in fase di interdizione davanti alla difesa dove recupera numerosi palloni

FERMANI 6,5: Prova di grande quantità e sacrificio dell’ex centrocampista del Castelfidardo che in mezzo al campo abbina quantità e qualità. Si fa vedere con numerosi inserimenti in area di rigore e da uno di questi si guadagna il rigore del due a uno con grande astuzia(39 st BORBOTTI sv)

BALLARINI 7: La carta d’identità dice classe 2003 ma lui nonostante la sua giovane età gioca come un veterano. Recupera una miriade di palloni che poi gestisce sempre con grande qualità e lucidità, bene anche in fase di ripiegamento dove aiuta i suoi compagni lottando e combattendo su ogni pallone. Peccato per il goal mancato nel secondo tempo che sarebbe stato più che meritato

ALTOBELLO 7,5: Inizia alla grande la stagione siglando una doppietta e fornendo anche un assist al bacio a Terrè che deve solo spingere la palla in rete che cosa poteva fare di più? È un pericolo costante per Cerquozzi e soci che faticano a contanerlo anche dal punto di vista fisico. Giornata da incorniciare (46′ st Gasparrini sv)

TERRE’ 7,5: Insieme ad Altobello e Rombini formano un tridente che in pochi possono vantare di avere nella categoria si divertono ed è piacere vederli giocare per chi li guarda in tribuna. Svariona per tutto il reparto offensivo creando non pochi problemi alla difesa amaranto che fatica a leggere la sua posizione. Impreziosisce la sua prova siglando la rete del tre a uno su invito di Altobello e poco dopo ricambiando il favore al suo compagno con un cross telecomandato da rivedere e rivedere (28 st ARIFI 6,5: Grande impatto sul match per il classe 2003 che si toglie la soddisfazione di siglare la prima rete con i grandi)

ROMBINI 7,5: Come i suoi compagni di reparto è in giornata di grazia e lo si intende subito dopo appena due minuti quando trasforma con grande freddezza il rigore del vantaggio. Quando ha la palla tra i piedi è un piacere vederlo giocare soprattutto quando si trova tra le linee dove Cerquozzi non riesce mai ad anticiparlo e a togliergli la palla dai piedi se non con le cattive. Lascia il campo tra l’applauso dei suoi sostenitori(31 st STORANI sv)

All. MANISERA 8: Che dire esordio migliore non poteva chiedere la sua squadra all’esordio nel girone B si cala subito perfettamente nel nuovo contesto dimostrando tutta la propria forza al termine di una prova convincente. Vittoria meritata e mai in discussione per la sua Vigor che diverte e si diverte dimostrando tutta la propria qualità sia dal punto di vista del gioco ma anche dal punto di vista offensivo. L’unico neo le due reti subite che si potevano evitare ma comunque anche la retroguardia ha mostrato tutta la propria solidità concedendo il minimo a uno dei migliori attacchi dello scorso campionato. Ora il giusto riposo poi da Lunedì si inizierà a pensare alla prossima gara che vedrà i biancoazzurri affrontare tra le mura amiche la neopromossa Appignanese

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS