Capodaglio: “Vergognoso votare 10 gennaio, chi ha creato casini è giusto che li risolva”

Andrea Capodaglio, patron Loreto

CALCIO – Il numero uno del Loreto interviene sulle elezioni della Figc Marche: “Rimandiamo a giugno”

E’ vergognoso pensare alle votazioni fissate per il 10 gennaio con 1000 persone morte al giorno per Covid. In estate si andava a fare i ricorsi a Roma perché erano stati aboliti i ricorsi normali e adesso è possibile votare con oltre 500 rappresentanti delle società? Ma stiamo scherzando o c’è qualcosa che non quadra?“. Sono le parole del Presidente del Loreto, Andrea Capodaglio, rispetto all’ipotesi paventata da Cellini di votare la nuova governance in Figc Marche per il 10 gennaio. “Inoltre ci tengo a sottolineare che chi ha creato i casini è giusto che poi li risolva – sottolinea Capodaglio, facendo ovvio riferimento a un format bizzarro in questa stagione – Secondo Cellini dunque il nuovo comitato dovrebbe trovarsi la patata bollente di risolvere problemi di chi l’ha preceduto? Le elezioni, a mio avviso, vanno rimandate a giugno a bocce ferme e gli errori fatti è ora che vengano rimessi a posto da chi li ha creati. Dopo 24 anni è ora di prendere decisioni“.

L’intervento del numero uno del Loreto, mai banale, è in tackle: “I ribelli è da questa estate che proponevano campionati più snelli per non falsare il torneo. Niente da fare. Io sono quello più danneggiato per ovvi motivi e dico che anziché pensare alla poltrona comoda dobbiamo valutare di inserire lo sgabello per i nuovi vertici della Figc Marche abolendo anche il gettone di presenza”.

error: Contenuto protetto !!