Cantieri per ricostruzione post sisma violano norme di sicurezza: sospese sette ditte

Controlli dei carabinieri a Pieve Torina, Tolentino, Caldarola e Camerino: lavoratori in pericolo, multe per 140mila euro

Le ditte stavano ricostruendo dopo il sisma che aveva devastato le zone dell’interno maceratese, peccato che non si rispettassero le norme di sicurezza per i lavoratori. Così, dopo i dovuti controlli, i carabinieri hanno sospeso ben sette unità operative tra Pieve Torina, Tolentino, Caldarola, Camerino elevando sanzioni per 140mila euro.

Il Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Macerata in sinergia con il personale della ITL di Macerata e dell’Arma territoriale, nell’ultimo periodo, ha eseguito una serie di verifiche presso cantieri edili siti nel cratere della ricostruzione post sisma. Nello specifico, controllate 14 aziende, identificati 60 lavoratori ed elevate 25 prescrizioni inerenti violazioni in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro ed in particolare: omessa visita medica dei lavoratori, omessa consegna dispositivi individuali di protezione, omessa informazione dei lavoratori, impiego di manodopera irregolare, per aver utilizzato andatoie destinate al trasporto di materiali con una larghezza inferiore ad 1,20 metri, omessa redazione del PIMUS (piano montaggio uso e smontaggio del ponteggio), omessa difesa delle aperture.

I controlli proseguiranno nelle prossime settimane.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS