Canil tra presente e futuro: “In caso di Lega Pro saremo costretti ad andare via da Matelica”

CALCIO – Il presidente dei biancorossi: “Abbiamo allestito una rosa competitiva, il futuro è tutto da decidere”

di Claudio Comirato

L’unico a presentarsi in sala stampa al termine dell’amichevole Matelica-Anconitana è il tecnico di casa Pier Francesco Battistini: “Sono soddisfatto della prova offerta dalla mia squadra anche se in accordo con il resto dello staff tecnico abbiamo deciso di non rischiare molti giocatori dando spazio al resto della rosa. Oltre alle 3 reti abbiamo avuto tante occasioni. Chi è andato in campo non ha deluso le aspettative, molti elementi si sono ritrovati a giocare fuori ruolo come Visconti e De Luca che peraltro hanno offerto una buona prestazione. Il nostro obiettivo è quello di farci trovare pronti con l’inizio del campionato. Mercoledi avremo una amichevole con il Valdichienti”. Come ha visto l’Anconitana in questa amichevole condizionata dal gran caldo: “La squadra si è mossa bene, ci sono giocatori di categoria superiore come Ambrosini tanto per fare qualche nome anche se oggi mi ha colpito Zaldua un ragazzo che peraltro non conoscevo. La forza dell’Anconitana è anche Davide Ciampelli un tecnico bravo e preparato”. In tribuna ad assistere alla gara anche Mauro Canil presidente del Matelica: “Il nostro allenatore ha fatto bene a far riposare buona parte della squadra. Nel primo tempo in campo si è visto qualche intervento un po troppo rude per una amichevole, rischiare giocatori per noi importanti non avrebbe avuto senso. Ci aspetta un campionato particolarmente impegnativo, abbiamo allestito una rosa competitiva e come ha sempre fatto il Matelica di certo non starà a guardare”. Presidente con tutti gli scongiuri del caso cosa potrebbe succedere nel caso in cui la sua squadra dovesse spiccare il volo in Lega Pro, cosa peraltro sfiorata negli ultimi anni: “Da Matelica saremo costretti ad andare via, questo è certo. Più di cosi non si può chiedere a questo impianto. Vorrei solo ricordare che in tutti questi anni abbiamo girato l’Italia portando sulle maglie il nome della città di Matelica. Per raggiungere certi obiettivi occorre la squadra, la società, gli impianti, gli sponsor, il pubblico e l’amministrazione comunale che da queste parti è assente. Per quest’anno andiamo avanti cosi il futuro invece è tutto da decidere. Più di cosi a Matelica non si può fare“.

Alessandro Molinari
Author: Alessandro Molinari

Sono un amministratore

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS