Canil orgoglio marchigiano, omaggiato con il Premio Villa Gentiloni

Mauro Canil riceve il Premio Villa Gentiloni

Il numero uno del Matelica è tra le eccellenze regionali per quanto riguarda il mondo dell’imprenditoria

Arriva dal Veneto, ma ormai ha le Marche nel cuore. Mauro Canil, presidente del Matelica, è stato omaggiato a Filottrano del “Premio Villa Gentiloni – orgoglio delle Marche”. L’evento organizzato dall’Octo circolo di Filottrano e ideato da Luca Paolorossi ha visto protagonista il numero uno biancorosso per essersi distinto negli ultimi anni nel campo dell’imprenditoria. Non solo a livello lavorativo, ma anche da un punto di vista sportivo rendendo grande una realtà calcistica come Matelica. “Senza i miei collaboratori nel calcio e nel lavoro non sarei riuscito a fare niente. Cerchiamo giorno dopo giorno di fare sempre il nostro meglio dandoci molto da fare”. Con queste parole Mauro Canil si fa largo sul palco di Villa Gentiloni, ma egli stesso ci tiene a ribadire ancora una volta il proprio progetto sul futuro calcistico nella provincia di Macerata. “Sono nel mondo del calcio da dieci anni ormai. E’ logico che la prima squadra sia messa più in risalto, ma il mio lavoro più importante riguarda il settore giovanile. Il progetto di far calcio nel Maceratese parte proprio da qui. Riunire tutte le squadre e lavorare all’unisono per il nostro territorio. L’intenzione è quella di dare a una realtà calcistica una vera e propria impronta locale dove i giovani calciatori della provincia possano essere i protagonisti”. Le idee sono chiare e Mauro Canil si tiene stretto un premio che sicuramente nel corso del tempo possa diventare una pietra miliare per le riconoscenze marchigiane. Tra i premiati anche Claudio Ceresa (tecnologia), Olimpia Leopardi (cultura), Riccardo Lombardelli e Alberto Barabucci (satira), Rodolfo Giampieri (autorità portuale), Miss Italia Carlotta Maggiorana (spettacolo) e il ct della Nazionale italiana Roberto Mancini (sport), assente in quanto attualmente è all’estero. Premio speciale e a sorpresa anche allo scultore Nazzareno Rocchetti.

 

 

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana