Canil a Macerata, Carancini disponibile al dialogo: “Le porte della città sono aperte”

CALCIO – Il primo cittadino: “Abbiamo la fortuna di avere strutture importanti e vogliamo metterle a disposizione di chi vuole fare calcio seriamente”

di Andrea Busiello

“Ci sono 3 condizioni per immaginare un futuro positivo per il calcio biancorosso. Una città e una tifoseria all’altezza, strutture sportive in grado di ospitare anche categorie professionistiche e che dunque possano far programmare anche obiettivi importanti ed infine persone serie che abbiano passione per investire e idee per un progetto vero. Ecco, Macerata è già pronta con le prime 2 condizioni e aspetta con impazienza, trepidazione e fame di calcio la terza. Su queste basi le porte della città sono aperte per Mauro Canil o altri che intendano abbracciare l’avventura biancorossa a Macerata.
Dunque sono a disposizione per chi ha voglia di confrontarsi”. Parole chiare quelle di Romano Carancini, Sindaco di Macerata. “Con il presidente del Matelica Mauro Canil ci siamo già visti lo scorso anno e gli ripeto le stesse cose di allora: lui è il benvenuto nella nostra città. Se fosse vera questa supposizione è peró fondamentale che vi sia da parte sua convinzione di poter venire a Macerata”. Sono giorni cruciali per il futuro del Matelica e della ripartenza della nuova Maceratese. Il numero uno dei biancorossi sarebbe particolarmente stimolato dall’avventura nel capoluogo: “Abbiamo la fortuna di avere delle strutture importanti e sulle quali abbiamo investito pensando ai giovani e allo sport – dice Carancini – E noi vogliamo metterle a disposizione. Ad oggi però nessuno si è fatto avanti per le sorti della Maceratese. Se qualcuno ha intenzioni serie noi siamo ampiamente disponibili al dialogo. Ci tengo però a precisare che la nostra città oggi ha già una squadra, l’Helvia Recina che sta facendo già cose importanti per il calcio maceratese. I rapporti con Crocioni sono eccellenti e siamo in perfetta sintonia sulle eventuali prospettive di collaborazione con chi lo volesse”. Nel caso l’operazione Canil-Macerata vada in porto ci sarebbero anche i presupposti per una domanda di ripescaggio in serie C: “Un passo alla volta per non illudere nessuno. Prima di tutto approfondimento con persone serie per un progetto vero. Quello che certo non faró sarà uno sgarbo ad altre comunità cittadine del nostro territorio: con il sindaco di Matelica Alessandro Delpriori abbiamo un ottimo rapporto e non intendo portare via quella splendida esperienza a nessuno. Se c’è la volontà di venire a Macerata l’amministrazione comunale è pronta al dialogo”. Sono giorni caldi ma le dichiarazioni del primo cittadino lasciano ben sperare tutta la tifoseria. L’amministrazione comunale apre le sue porte a Canil. Adesso dovrà essere l’imprenditore veneto a decidere se spostare tutto nel capoluogo, e farsi avanti con l’amministrazione comunale, o prendere altre strade.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS