Canesin: “C’è rammarico, preso gol da nostri errori”, Cuccù: “Ci abbiamo creduto nel pari”

PROMOZIONE – I due tecnici analizzano il pari emerso dal match Cluentina-Grottammare

Nel post gara di Cluentina-Grottammare (finita 2 a 2) abbiamo raccolto le impressioni dei due tecnici. Da una parte l’allenatore del Grottammare Stefano Cuccù ha analizzato così la prestazione della sua squadra: “La Cluentina ha qualcosa da recriminare, hanno sprecato moltissimo. Hanno fatto una bellissima partita, ci hanno messo in grande difficoltà, siamo stati lenti a trovare le contromosse. Nel primo tempo abbiamo sofferto molto mentre nella ripresa ci siamo aggiustati, abbiamo sofferto meno anche se abbiamo regalato un gol su palla inattiva ma alla fine ci abbiamo creduto e siamo pervenuti al pareggio. Subiamo troppo, abbiamo concesso due goal e altre tre enormi. Dobbiamo lavorare ancora moltissimo e concedere meno perché sennò così è difficile. Speriamo che Pelliccetti rientri presto anche se ne ha ancora per qualche settimana, per fortuna abbiamo dei giovani validi e importanti che stanno tenendo botta. Abbiamo ancora qualche over in ritardo di condizione speriamo di recuperarli al più presto”.

Dall’altra parte mastica amaro il tecnico della Cluentina Pietro Canesin per il pareggio maturato e si sofferma sulle due ingenuità concesse: “La partita è sempre stata in pugno a noi fin dal primo minuto. Abbiamo commesso due errori su due nostre ingenuità, sul 2 a 1 non possiamo prendere un gol così in campo aperto. La voglia di fare il terzo ha prevalso sull’attenzione di non prendere il 2 a 2. In questi due pareggi consecutivi tra rigori, traverse e gol sbagliati c’è tanto rammarico se non basta così tanto per vincere, bisogna che siamo attenti di più in fase difensiva. Essendo l’assetto lo stesso dell’anno scorso è più facile inserire i ragazzi nuovi, ora attendiamo quelli che sono fuori e che serviranno per il prosieguo del campionato. La rimonta dell’anno scorso ha dato grande autostima e il fatto di aver mantenuto il gruppo dell’anno scorso ha aiutato. C’è ancora un po’ di entusiasmo che ci ha permesso di raggiungere l’obiettivo dell’anno scorso, quest’anno con i tre under il campionato è livellato verso il basso e questo ci permette di giocarci le partite con tutti e sicuramente un anno in più in questa categoria aiuta molto”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia