Canavessio mette la ciliegina, Strappini bravo nei cambi e Cordella dà continuità

ECCELLENZA – Le pagelle di Chiesanuova-Jesina terminata 1-1 a Monte San Giusto

di Matteo Meschini

PAGELLE CHIESANUOVA

Fatone 6: pomeriggio nel quale non viene impegnato troppo tra i pali. In occasione del gol di Cordella non ha grosse colpe. Per il resto fa il suo ed è attento quando chiamato in causa.

Molinari 6,5: buona prova del terzino destro del Chiesanuova che mette grande determinazione e attenzione in fase difensiva vincendo molti duelli dalla sua parte e facendo il suo anche in fase offensiva. (22’st Corvaro s.v.)

Iommi 6: prova sufficiente del laterale basso sinistro che garantisce solidità e rischia poco dalla sua parte facendo bene entrambe le fasi.

Badiali 6,5: bene in mezzo al campo il numero 4 che gioca ogni pallone con grande tranquillità e qualità smistando bene e facendo uscire palla al piede i suoi. (28’st Crescenzi s.v.)

Canavessio 7: in fase difensiva è attento e solido come al solito e concede assieme ai compagni di reparto davvero poco limitando l’attacco avversario. La ciliegina sulla torta sul suo match è anche il gol che trova dopo appena 6 minuti dall’inizio del secondo tempo: rimane in area dopo gli sviluppi di un angolo e si trova al posto giusto nel momento giusto per impattare di testa battendo Pistola e portando avanti i suoi.

Monteneri 6,5: buona prova in fase difensiva per attenzione e solidità anche nel gioco aereo. Rischia poco ed è sempre essenziale anche se lui e i suoi compagni di reparto potevano fare meglio in occasione del gol di Cordella, che stacca troppo solo in mezzo all’area di rigore.

Pasqui 6: autore di qualche verticalizzazione importante come quando dopo dieci minuti recupera palla a metà campo e lancia in porta Sbarbati che però viene respinto dell’estremo difensore avversario. (10’st Defendi s.v.)

Bonifazi 6: prova un pò opaca del numero 8 che fa fatica ad emergere e a mettersi in luce in fase offensiva come altre volte. (40’st Morettini s.v.)

Sbarbati 6: va vicino al gol dopo dieci minuti col suo tiro a botta sicura ma Pistola è bravo a respingere. Fa il solito lavoro importante per la squadra in fase offensiva e nel finale regala l’assist a Defendi con un colpo di tacco sensazionale che però il suo compagno non sfrutta.

Mongiello 6: non eccelle il capitano in maglia numero 10 che segna dopo pochi minuti ma si vede annullare il gol e nel corso del match non riesce mai ad incidere davvero in fase offensiva come in altre occasioni.

Carnevali 6: buona prova del numero 11 che va vicinissimo al gol nella ripresa ma viene fermato da Pistola con un’uscita provvidenziale. Viene sostituito nel recupero al termine di una gara in cui si mette in mostra diverse volte con spunti interessanti.  (48’st Trabelsi s.v.)

Mister Mobili 6: ennesima buona prova della sua squadra che però viene questa volta fermata e non prosegue nella striscia di vittorie consecutive interrompendosi a cinque. Un pareggio che lascia però l’amaro in bocca perché la sua squadra fa la partita nella maggior parte del tempo e ha delle occasioni clamorose nel finale che sciupa e che potevano valere i tre punti. A differenza di altre volte, una volta andato in vantaggio, gestisce meno bene questa situazione favorevole e soffre soprattutto contro Trudo che cambia la partita a metà secondo tempo creando diversi grattacapi. Sta di fatto che dopo 10 gare, un terzo del campionato, la classifica della sua squadra è ottima e oltre quello che ci si aspettava considerato il secondo posto e i 19 punti conquistati.

****

PAGELLE JESINA

Pistola 6,5: bene tra i pali con due interventi importanti: nel primo tempo respinge su Sbarbati che calcia a botta sicura e nella ripresa è provvidenziale in uscita su Carnevali davanti alla porta facendosi tra l’altro anche male. In occasione del gol subito non ha le colpe maggiori.

Grillo 5,5: viene graziato dal direttore di gara nella ripresa quando, già ammonito, entra in ritardo sull’avversario con un fallo da seconda ammirazione. Per il resto soffre dalla sua parte andando in difficoltà diverse volte contro le offensive avversarie. (18’st Baah s.v.)

Brega 5,5: dopo una decina di minuti dall’inizio del match perde una brutta palla che poteva costare caro ai suoi ma sul tiro di Sbarbati è bravo il portiere Pistola a respingere. Diverse altre scelte sbagliate condiscono una prestazione non convincente.  (33’st Dentice s.v.)

Zandri 6: il numero 4 in maglia rossa smista diversi palloni in mezzo al campo e dai suoi piedi nascono pericoli su tutti i calci piazzati, da lui battuti.

Capomaggio T. 6: si fa valere fisicamente contro un cliente scomodo come Sbarbati e riesce a limitarlo per quanto può anche se lui e compagni soffrono parecchio nel finale concedendo diverse occasioni.

Lucarini 6: prova sufficiente anche per il centrale in maglia numero 6, capitano della Jesina, che si fa valere contro clienti scomodi.

Re 5,5: fa fatica ad emergere e fare male in fase offensiva venendo limitato dalla difesa avversaria. Viene sostituito da mister Strappini al quarto d’ora della ripresa per Trudo, che entra e cambia il match per i suoi. (15’st Trudo 6,5)

Zagaglia 6: gioca e pulisce diversi palloni il numero 8 e spesso in fase di impostazione i palloni arrivano a lui.

Cordella 6,5: fa fatica nella prima frazione venendo limitando bene dalla retroguardia avversaria. Nella ripresa con l’ingresso in campo di Trudo trova maggiori spazi anche lui e si fa trovare al posto giusto suo cross proprio del numero 20 per impattare di testa e segnare il gol del pareggio battendo Fatone e interrompendo l’imbattibilita di quest’ultimo, che durava da ben cinque partite e mezzo.

Pesaresi 6: non eccelle il numero 10 in maglia rossa che non riesce a sfondare il muro avversario ma che ci prova con diversi spunti personali. (23’st Belkaid s.v.)

Marcucci 6: si dà da fare il numero 11 in maglia rossa che si applica in entrambi le fasi non riuscendo però ad incidere troppo quando offende.

mister Strappini 6: la sua Jesina porta a casa un punto importante dalla trasferta di Chiesanuova lasciando aperta la striscia di risultati utili consecutivi, arrivati a 6. Sono 16 i punti in classifica dopo un terzo di campionato per i suoi uomini a sottolineare l’ottimo lavoro fatto fin qui e l’ottimo stato di forma della sua squadra. Nel match odierno è anche un po’ fortunato nel finale ma i cambi cambiano la gara e l’ingresso di Trudo mescola le carte e porta a casa i suoi frutti: non a caso il gol del pareggio di Cordella nasce proprio da un’iniziativa del neo entrato in maglia numero 20. Nel prossimo turno i suoi uomini affronteranno l’Urbino, altra formazione che naviga nelle zone alte di classifica.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS