Campobasso-Samb, un big match anche per gli ex

SERIE D – D’Alessandro guida le fila dei vecchi ricordi

Campobasso-Samb non è solo il big match della quattordicesima giornata ma è anche la gara dei tanti ex in casa rossoblù. A partire dal diesse Gianluca De Angelis. Ma anche Danilo Alessandro ha lasciato un importante ricordo in terra molisana. Ha contribuito con undici reti alla promozione in Serie C del Campobasso nella stagione 2019-2020. E poi ecco il difensore Luca Sbardella in terra molisana dall’ottobre 2019 fino al termine della stagione 2021-2022 per poi trasferirsi al Cynthalbalonga. 52 presenze complessive di cui ventotto in D e 24 in Serie C. Nella stagione 2021-2022 ha vestito la maglia del Campobasso anche il portiere Stefano Coco ma senza mai scendere in campo in campionato. Protagonista, invece, lo scorso anno in Molise è stato l’altro estremo difensore della Samb Ciro Pinto che ha contribuito alla promozione in D del club dei lupi. Ed infine ecco le 14 presenze condite da quattro reti per Antonio Martiniello nel torneo di D 2016-2017. Domani mattina classica seduta di rifinitura con Lauro che proverà, rigorosamente a porte chiuse, gli ultimi accorgimenti tattici da adottare all’ Avicor Stadium Selvapiana di Campobasso. Il tecnico potrà contare sul rientro di Sirri e Barberi e con ogni probabilità tornerà al 4-3-3. Saranno oltre mille i supporters della Samb in terra molisana.

Samb story. Sono otto i precedenti in terra molisana tra Campobasso e Samb. Il bilancio complessivo (cinque in serie B, uno in serie C e due in serie D) è di tre vittorie marchigiane, un pareggio e quattro successi molisani. La Samb ha segnato quattro gol subendone sei. Il Campobasso si è aggiudicato i primi tre scontri: 1-0 il 1° marzo 1981 in serie C con la rete di Michele Scorrano contro la Samb di Nedo Sonetti che sarà poi promossa in serie B. 1-0 il 2 gennaio 1983 in serie B (gol di Guido Biondi) e 3-0 nel novembre successivo (D’Ottavio, Oscar Tacchi e Maestripieri, i marcatori). Il 24 marzo 1985 la Samb segna il suo primo gol a Campobasso ed espugna il vecchio “Romagnoli” grazie a Stefano Borgonovo che realizza su assist di Tiziano Manfrin. Nove mesi più tardi il gol di Roberto Russo castiga la Samb di mister Giampiero Vitali. La stagione seguente va in scena l’unico pareggio: è 0-0 dei rossoblù di Roberto Clagluna. Ventinove anni dopo molisani e marchigiani tornano a scontrarsi di nuovo, questa volta in serie D. Nell’infrasettimanale di giovedì 2 aprile 2015 la Samb di Silvio Paolucci espugna il “Nuovo Romagnoli” (oggi “Avicor Stadium Selvapiana”). 2-0 il risultato finale grazie alla reti di Romano Tozzi Borsoi nel primo tempo e di Filippo Baldinini nella ripresa. Cinque mesi dopo, mercoledì 16 settembre 2015, si gioca l’ultimo precedente in casa Campobasso e la Samb, allenata da Loris Beoni, bissa il successo della stagione precedente. E’ Alessandro Sabatino a firmare il gol della vittoria sette minuti prima del 90esimo. Un mese più tardi Ottavio Palladini sostituirà in panchina Loris Beoni e a fine stagione la Samb potrà festeggiare il ritorno in serie C dopo sette anni di assenza.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS