Camerino, presentato il Piano Straordinario alla Ricostruzione

Presente al tavolo di lavoro il Commissario Legnini, il direttore dell’Usr Spuri, rappresentanti di UniCam e Arcidiocesi

Questa mattina nella sala consiliare del Comune di Camerino si è svolta la riunione periodica del tavolo tecnico per la ricostruzione in cui è stata presentata l’ultima versione del Programma straordinario per la ricostruzione redatto in questi mesi dall’Amministrazione comunale. Il piano è stato illustrato da Luca Marassi, consigliere comunale con delega alla ricostruzione, con Anna Ortenzi e il sindaco Sandro Sborgia al Commissario alla ricostruzione Giovanni Legnini e i suoi tecnici, al rappresentante della Sovraintendenza, all’ing. Spuri dell’USR, all’arcivescovo Francesco Massara, il Rettore Unicam Claudio Pettinari, l’ing. Carlo Resparambia presidente di Ance ed altri i rappresentanti di UniCam e della Diocesi.

 

Obiettivo dell’incontro è stato condividere il risultato del lungo lavoro svolto in questi mesi e illustrare le strategie dell’importante documento volto ad accelerare la rinascita della città. Lo stesso verrà presto condiviso con la cittadinanza in una assemblea virtuale in videoconferenza. Seguirà il passaggio in Consiglio comunale per approvate il programma già prima di Natale così da dare il via all’iter che lo porterà sul tavolo dell’Ufficio speciale per la ricostruzione e ad ottenere successivamente il decreto della Regione. Presenti anche l’assessore ai lavori pubblici Marco Fanelli, la vicesindaco Lucia Jajani, il consigliere comunale Riccardo Pennesi e il collaboratore del sindaco Michele Tromboni.

Prevista per queste ultime settimane dell’anno anche l’assegnazione dell’appalto per la redazione del documento direttore dei piani attuativi per le aree perimetrate: “Di fatto con dicembre si dà il via alla programmazione e alla pianificazione della ricostruzione della città – spiega il consigliere Luca Marassi – oggi è una giornata importantissima perché nell’incontro è stato presentato concretamente il piano per accelerare la rinascita della città. È un passo fondamentale che precede con l’apertura dei cantieri che quindi rientreremo presto a Camerino per ricostruirla”.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?