Camerano, affondo della Lega: “Basta strumentalizzare la salute dei cittadini”

Attacco al Pd

È vergognoso – fa sapere la Lega Nord con una nota stampa – strumentalizzare la salute dei cittadini come ha fatto in campagna elettorale il PD che governa Camerano vergognosamente strumentalizzando la necessità della locale Croce Gialla di avere una nuova sede per non ridurre l’attività. Lo dichiarano Mirko Bilò, vicecapogruppo Lega in regione in qualità di coordinatore del partito per la Riviera del Conero, e il consigliere comunale Lorenzo Ballarini entrando, carte alla mano, nel dettaglio dell’incresciosa vicenda che ha visto la Croce Gialla di Camerano trovare sotto l’albero l’amara sorpresa.

“A luglio 2021 l’amministrazione di Camerano targata PD ha deliberato di mettere una nuova sede a disposizione della Croce Gialla, costretta da anni ad operare in spazi adeguati pur svolgendo un servizio indispensabile alla comunità – spiega Ballarini – Con la delibera 78 dell’1 luglio 2021 aveva stabilito di destinare allo scopo l’ex direzione didattica di viale Ceci stanziando 123mila euro per sistemare il tetto in modo da poter utilizzare l’edificio. A dicembre, però, quella delibera l’ha revocata a seguito di un ulteriore sopralluogo degli uffici comunali nel corso del quale sarebbe emersa la necessità di lavori con un costo di 460mila euro, quattro volte superiore a quello stabilito a luglio. È altamente improbabile, per non dire impossibile, che in cinque mesi e senza che siano intercorse calamità naturali, l’edificio abbia subito danni di questa portata rispetto a quelli rilevati a luglio – incalza Ballarini – Tanto più che l’11 novembre la presidente della Croce Gialla contattata per alcune modifiche sul contratto di comodato. Ci chiediamo allora: chi vuol prendere in giro il PD e perché non ha vergogna nemmeno di gettare ombre sulla competenza dei tecnici comunali? Nulla può nascondere la prova della sua cattiva politica dopo la delibera di revoca n°139 del 30 dicembre 2021! Non solo certifica che non si effettueranno i lavori di ripristino dell’ex direzione didattica scelta per ospitare la Croce Gialla, ma che non viene prospettata alcuna soluzione alternativa nonostante in primavera la Croce Gialla debba lasciare lo stabile della Fondazione Ceci in cui saranno effettuati dei lavori di ristrutturazione. L’espressione finita la festa, gabbato lo santo calza a pennello ad una vicenda che penalizza tanto i volontari che svolgono un servizio di prima necessità quanto i cameranensi e i cittadini della Riviera che ne usufruiscono”.

Per accaparrarsi qualche consenso in più il PD a Camerano ha mostrato tutto il suo cinismo politico unito al pressapochismo e all’incuria amministrativi della nuova giunta – aggiunge Bilò in conclusione – Confermiamo la disponibilità della Lega ad attivare subito e per quanto di competenza la propria filiera di governo per il rispetto e il sostegno che Croce Gialla e cittadini di Camerano meritano e che, con cinismo politico, è stato loro negato”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia