Caldarola, si è dimesso l’intero consiglio direttivo

CALCIO – A rischio l’iscrizione al prossimo campionato di Seconda categoria

Venerdi 10 luglio la dirigenza dell’Apd Caldarola, presso il campo sportivo comunale, ha rassegnato le proprie dimissioni all’assemblea dei soci. La motivazione principale della dirigenza è il notevole salasso economico che impone la garanzia della sicurezza per i tesserati e ricadente in toto sui conti dell’associazione.

Le strutture sportive da gestire sono diverse considerando il campo di calcio a 11, 5 spogliatoi, uffici, tribune, campo da calcio a 5 e relativi spogliatoi appena ristrutturati dall’amministrazione comunale ed oltre che ad essere frequentati dai tesserati dell’Apd Caldarola sono principalmente a disposizione di altre associazioni locali che usufruiscono quotidianamente della struttura per svolgere le loro mansioni sociali e ricreative nonché della cittadinanza in generale vedi campo da calcetto recentemente rinnovato.

La gestione ed il sostegno economico relativo all’esborso che la dirigenza dovrebbe compiere, per garantire la sicurezza a tutti tesserati usufruenti abitualmente delle strutture, sarebbe altamente spropositato per le potenzialità economiche dell’associazione. Essendo appunto gli impianti frequentati principalmente da altre associazioni e spesso in fasce orarie in cui i componenti della dirigenza e dello staff collaborativo dell’associazione sono impegnati nell’ambito professionale si dovrebbe reperire per intero risorse professionali adeguate alla sicurezza dell’individuo praticante che come detto verte per intero sul direttivo dell’Apd Caldarola essendo gestore di tutti gli impianti.

A seguito di queste considerazioni il direttivo, non disponendo di un numero adeguato di risorse umane volontarie a rimborso spese zero, ha convenuto di declinare la sua posizione di gestore. Non è comunque a rischio la gestione degli impianti in quanto ci sono altre associazioni che già operano da anni nel campo sportivo di Caldarola e sono in piena programmazione per il prossimo anno. Al momento però non si notano all’orizzonte soci interessati a subentrare.

La dirigenza dimissionaria si è già resa disponibile, a fronte di nuovi innesti dirigenziali con dovute garanzie economiche e operative, di iscrivere la squadra per il prossimo campionato di Seconda Categoria previa garanzia del reperimento tramite introiti certi della cifra da stanziare per sostenere le spese per intero della stagione sportiva.​ Qualora dovesse essere sbloccata l’iscrizione, il nome dell’allenatore gradito alla dirigenza sembrerebbe essere quello del riconfermato mister Raoul Latini, punto di riferimento della dirigenza, che molto ben ha fatto la scorsa stagione da subentrato, lasciando un grande impatto alla dirigenza ed al seguito biancorosso per serietà, competenza e buonsenso. Visti i tempi brevi c’è il serio rischio però che l’associazione potrebbe non iscriversi al prossimo campionato di seconda categoria 2020-2021.

Il comunicato ufficiale della società: “Il direttivo dell’Apd Caldarola comunica che in data 10 luglio 2020 ha notificato le proprie dimissioni presso l’assemblea dei soci andata deserta anche in seconda seduta. La presentazione al 30-06-2020 delle dimissioni da parte del direttivo era già stata valutata a seguito di considerazioni inerenti a varie situazioni pre-covid19 già dal mese di gennaio 2020.

Tali considerazioni sono poi state rinvigorite dalle motivazioni causate dalla complessa difficoltà nella gestione dei nuovi protocolli giustamente imposti per il Covid-19. Non avendo a disposizione uno staff di persone volontarie numericamente adeguato e soprattutto professionalmente non impegnate nelle fasce feriali della giornata ci risulta impossibile analizzate le capacità economiche dell’associazione applicare il protocollo di sicurezza imposto dal virus. Ai fini di garantire nelle strutture gestite la sicurezza dei fruitori si dovrebbero reperire nuove e qualificate risorse professionali, rimborsate adeguatamente sia perché principalmente operative nelle fasce orarie solitamente feriali sia perché svolgenti mansioni di indubbia responsabilità. Oltre ciò vanno sommati i sostanziali costi dei dispositivi e dei prodotti per la sicurezza dei tesserati e dello staff nonché la messa in sicurezza per intero di tutte le strutture ed annessi.

In questi anni di gestione mai ci siamo sottratti alle difficoltà intercorse, su tutte quella del Sisma 2016, ma in questo frangente poter garantire la totale sicurezza a chi interviene nelle nostre strutture risulta fuori dalla nostra portata economico/operativo e perciò abbiamo ritenuto doveroso ed etico metterci da parte. Da direttivo uscente è nostra intenzione ringraziare doverosamente tutti coloro i quali in questi anni hanno condiviso l’esperienza associativa con noi, permettendoci di marcare due nomi su tutti: mister Raoul Latini ed il suo vice Stefano Nardi.

Al momento nessuno dei soci attuali è intenzionato e disponibile per essere rieletto nel consiglio direttivo. Inoltre non si sono registrati ingressi ufficiali di nuovi soci interessati all’elezione nel consiglio direttivo.

Ai fini del prosieguo dell’attività sportiva dell’associazione, qualora dovesse presentarsi un nuovo direttivo i soci attuali hanno tenuto a specificare che sarebbero ben lieti di partecipare alle spese di iscrizione per il campionato di seconda categoria 2020-202.

Al fine di resocontare dettagliatamente, in data 15 luglio 2020, a seguito dell’invio a mezzo pec del verbale di assemblea è stato fatto un sereno incontro in comune con l’Amministrazione Comunale ed una rappresentanza di dirigenti di altre associazioni che nel prossimo anno continueranno ad intraprendere le loro attività presso gli impianti sportivi sopra citati”.​

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia