Calabrese salva il Castelfidardo

SERIE D – Al Mancini termina 2-2. I biancoverdi agguantano l’Agnonese nei minuti finali

 

di Sergio Brizi

4 reti, 3 legni e 9 ammoniti in un match pirotecnico al Mancini di Castelfidardo, con i padroni di casa costretti ad inseguire per due volte la squadra di Mecomonaco che, acciuffata dal gol di Calabrese a 4 minuti dal termine, con questo 2-2 ottiene il primo punto stagionale.

Prima mezz’ora tutta di marca amaranto, con Pazzaglia che deve rimodellare la sua formazione dal 3-5-2 iniziale passando ad un 4-3-3 speculare agli avversari. Dopo un avvio equilibrato in cui Jawo spreca al 2’ e Radi coglie il palo su punizione dopo 5 minuti, al 7’ i molisani passano in vantaggio con lo stesso Jawo che controlla un suggerimento di Ricciardi e dall’interno dell’area di rigore calcia forte infilando l’angolo alto alla sinistra di De Maio. Il Castelfidardo prova a reagire subito, ma l’Olympia Agnonese ha ampi spazi in contropiede e sciupa a più riprese il gol del raddoppio, due volte con De Stefano e soprattutto con Corbo che al 18’ da un metro non riesce a deviare in rete sull’assist di testa di Bisceglia. Pazzaglia passa alla difesa a 4 dopo il 30’ spostando D’Ercole sul settore offensivo di destra e la squadra sembra essere più equilibrata trovando anche la forza di andare alla ricerca del pari prima del riposo. Dopo l’intervallo entrano Calabrese e Pigini per Bracciatelli e Grazioso ed i padroni di casa partono forte trovando l’1-1 al 52’ con Lignani che batte Kuzmanovic, raccogliendo una deviazione della difesa ospite su tiro di Rivi. Prende coraggio il Castelfidardo alla ricerca dei tre punti, che ha altre occasione e coglie un altro legno ancora con Radi su punizione al 71’. Rischiano la beffa i biancoverdi al 75’ quando Jawo, su punizione battuta da Ricciardi anticipa tutti di testa sul primo palo infilando ancora la rete di De Maio, ma i ragazzi di Pazzaglia non ci stanno e a 4 minuti dal termine una combinazione tra Pigini e Calabrese permette al fantasista di casa di trovare lo spazio per battere ancora Kuzmanovic.  Prima del 90’ Ricciardi su punizione dalla distanza manda ancora il pallone a stamparsi sulla traversa, con la squadra di Pazzaglia che tenta di riversarsi in avanti in avanti, ma non trova altre occasioni per fare bottino pieno.

Il tabellino

Castelfidardo: De Maio, Candolfi (70’ Massi), Bellucci (77’ Lombardo); Grazioso (46’ Pigini), Radi, Giovagnoli; D’Ercole, Lignani (89’ Pierantozzi), Rivi; Bracciatelli (46’ Calabrese), Trillini. All. Pazzaglia

Olympia Agnonese: Kuzmanovic, Corbo, Gentile ( 96’ Caputo); Ricciardi, Bisceglia (60’ Cerase), Cassese; Pejic, Salifù, Jawo (94’ De Simone); De Stefano (52’ Nyang), Dezai (75’ Sorgente). All – Mecomonaco

Arbitro: Bertuzzi di Piacenza

Ammoniti: Giovagnoli, Grazioso, Trillini, Radi, D’Ercole (C ) Pejic De Stefano, Kuzmanovic, Sorgente (OA)

Reti 7’ e 75’ Jawo (OA) 52’ Lignani, 86’ Calabrese (C )

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS