Cacia: “Nessuno ha più voglia di scommettere su di me”

Daniele Cacia e Luigi Giorgi

SERIE B – L’ex bomber dell’Ascoli pronto a diventare direttore sportivo

Ventinove gol in sessantasette presenze con la maglia dell’Ascoli, un ricordo indelebile e delle parole mai di circostanza. Daniele Cacia sta per smettere con il calcio giocato. Ad avvisare di ciò è lo stesso attaccante: “Tra poco sarò patentato da direttore sportivo – afferma a RadioSportiva – vedo un mio futuro da dirigente, mi è sempre piaciuto questo ruolo. Da calciatore non credo nessuno abbia più voglia di scommettere su di me, sono fermo da un anno e il momento generale è molto difficile per tutti, quindi credo di poter considerare chiusa la mia carriera in campo“.

Cacia ha poi anche parlato di alcuni sui ex compagni ascolani: “Favilli lo conosco bene, anche Dimarco: ha sempre avuto qualità importanti, ora deve dimostrare continuità. Diciamo che gli manca ancora qualcosina, ma ha tutte le carte in regola per guadagnarsi il ritorno all’Inter e magari avere qualche possibilità in Nazionale, dove i mancini scarseggiano”.