Cabina stampa horror a Jesi

CALCIO – Immagini inequivocabili, pessima figura della società

di Giancarlo Esposto

Ci eravamo già lamentati tempo fa, chiedendo di trovare la cabina stampa, non dico brillante come uno specchio, ma decente, con quel minimo di ordine e pulizia che ti permettono di lavorare in tranquillità. Prima Mosconi e poi Chiariotti avevano provveduto, chiedendo ai loro collaboratori un po’ di attenzione. Mai preteso altro, nella consapevolezza che, quando corrono tempi difficili, vale la pena di adattarsi alle situazioni, perfino seguire la partita in piedi, piuttosto che sedere su quegli sgabelli mezzi scassati, a rischio di farsi male.

Oggi siamo tornati all’antico: all’interno della cabina stampa abbiamo trovato ogni tipo di rifiuto, cartacce, un sacchetto di patatine vuoto, cicche di sigarette, qualche cadavere di mosca, forse poco avvezza allo sporco e le solite tre dita di polvere, che puntualmente abbiamo pulito. Non è andata meglio ad alcuni spettatori, costretti a seguire la partita pestando escrementi di piccione o cicche di sigarette.

Ma c’è una cosa che oggi non ho proprio sopportato, la brutta figura con i colleghi di Campobasso, questo proprio no, perché ho provato una certa vergogna, sia per quanto detto sopra, sia perché, quando con gentilezza ci hanno chiesto la password della rete wi-fi, ci siamo trovati ulteriormente in difficoltà, perché non funzionava. Che qualcuno si sia dimenticato di accendere il router?

Sta di fatto che con una società sempre più latitante, sempre meno comunicativa, non mi stupisce affatto quello che è accaduto e sono sicuro che accadrà ancora. Ma che diamine, una pulita alla tribuna, alle cabine stampa e ai bagni si può dare!

Intanto la società sembra sempre più latitante: giusto il tempo di entrare in sala stampa, abbiamo visto rapidamente uscire l’unica persona che potrebbe rilasciare qualche dichiarazione, il presidente Chiariotti. Per sapere se nelle reali intenzioni della società c’è ancora la salvezza: vista la lunga lista di partenze e quella corta degli arrivi, cosa pensare?

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS