Buonaventura sbatte sul palo: “Da civitanovese adottato, un gol a Macerata era il massimo”

Buonaventura

ECCELLENZA – Intervista all’esperto attaccante dell’Osimana: coccola a Calvigioni, l’analisi sul percorso e quell’antipasto in vista della finale di Coppa Italia

Il pareggio di domenica all’Helvia Recina ha un po’ rallentato la rincorsa dell’Osimana che, reduce da due successi consecutivi, ha portato a casa un punto prezioso nella sfida sul campo della Maceratese altra formazione in cerca del definitivo rilancio. L’attaccante della formazione di Aliberti, Alex Buonaventura analizza il percorso della squadra fin qui: “All’inizio della stagione siamo stati un po’ martoriati da infortuni vari, ci sono state delle situazioni complicate, poi insieme al cambio tecnico c’è stata anche una svolta nei risultati – racconta Alex – Ovviamente quando va via un allenatore è una sconfitta per tutti, dalla squadra, allo staff, alla società quindi ci dispiace, però bisogna andare avanti e adesso abbiamo ritrovato quell’entusiasmo che ci ha contraddistinto negli anni passati”.

Problemi che sono proseguiti anche recentemente con lo stop di Calvigioni, elemento importante del centrocampo osimano, ma per Buonavenura deve dare stimoli ancora maggiori: “Christian è stato sempre il nostro ago della bilancia, un giocatore che ci dà equilibrio, quindi una perdita fondamentale però ci deve dare ancora più forza e dobbiamo lottare anche per lui perché lui è sempre stato il nostro guerriero in mezzo al campo e quindi dobbiamo dare qualcosa in più”. Alla terza stagione in maglia giallorossa Alex è considerato ormai una bandiera dalla tifoseria: “È un motivo di orgoglio, perché è stata una scelta voluta che mi ha portato tante soddisfazioni, però come carattere preferisco sempre dire che il meglio deve ancora venire, quindi lavoriamo affinché questa sia ancora migliore di quelle passate”.

Stagione che potrebbe portare un prestigioso trofeo prima della fine dell’anno nella bacheca dell’Osimana: “Prima però dobbiamo pensare all’Urbino che affrontiamo domenica e poi ci butteremo a capofitto nell’ultima partita dell’anno – ricorda Buonaventura – È un campionato molto equilibrato, molto combattuto, ottenere la vittoria è sempre difficile, ma se hai la bravura e la fortuna di fare un filotto di risultati ci si può ritrovare rapidamente nelle zone in cui vogliamo essere e lavoriamo per arrivarci. Anche il Tolentino – prosegue Alex – squadra comunque forte, era in acque torbide e attraversava un momento difficile con il cambio di allenatore, ora sono riusciti a tirarsi fuori, a tornare in alto, noi dobbiamo prendere spunto da queste cose, però sono molte partite che facciamo ottime prestazioni, poi il risultato spesso è deciso da un episodio, come domenica che poteva andare bene a noi come alla Maceratese, però le prestazioni sono importanti, da squadra forte e vogliamo continuare su questa strada”.

Tornando alla sfida contro la Maceratese, preludio alla finale di Coppa Italia del 21 dicembre per cui cresce l’attesa, Buonaventura nel finale è andato anche vicino a deciderla cogliendo il palo: “Sarebbe stato il massimo per me da civitanovese adottato segnare a Macerata anche se in un modo un po’ beffardo, però l’avrei accolto più che volentieri – sorride Alex che poi aggiunge – È stata una bella partita, mi è piaciuta molto, due squadre molto forti che hanno combattuto, si sono affrontare con il massimo delle armi a disposizione e è stata un bell’antipasto di quella che sarà poi la finale di Coppa Italia tra dieci giorni. Sono due piazze molto importanti che hanno fame di calcio, perché entrambe negli ultimi anni hanno passato stagioni negative, quindi essere lì è un motivo di orgoglio per noi, per la nostra città e per la nostra tifoseria che è sempre stata un’arma in più, anche nei momenti di difficoltà – conclude con una riflessione l’attaccante giallorosso – mi auguro che sia una gara in cui prevalga lo spettacolo perché dopo gli episodi di domenica, vorremmo che la finale fosse solo una giornata di sport”.

Sergio Brizi
Author: Sergio Brizi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS