Bucciarelli: “Golden Plast, l’ombra dello spareggio può darci adrenalina”

VOLLEY A2 - Il centrale biancazzurro vuole giocarsi le carte per la salvezza diretta

Nel cuore della settimana che precede il posticipo casalingo contro il Pool Libertas Cantù, in programma domenica 18 marzo (ore 19.30) all’Eurosuole Forum di Civitanova e valevole per la penultima giornata della Pool B, la GoldenPlast Potenza Picena si allena con grande determinazione per tornare al successo interno. Il gruppo biancazzurro vuole recuperare terreno dopo la sconfitta interna con il VBC Mondovì e lo stop esterno con Gioiella Micromilk Gioia del Colle. Penultimo con 3 punti di ritardo dai monregalesi, il Volley Potentino vede all’orizzonte profilarsi l’incubo dei preliminari Play Out, turno in cui affronterebbe una delle prime due classificate nella Pool B. Un’ipotesi da scongiurare, ma anche uno spauracchio che può dare uno scossone al gruppo nella volata di fine Seconda Fase. La truppa di Adriano Di Pinto deve riacciuffare il terz’ultimo posto e ha due gare per farlo. Dopo la sfida con i canturini sarà la volta della trasferta a Ortona con la Sieco Service (domenica 25 marzo, ore 19.00). A Potenza Picena tutti credono che la doppia impresa sia possibile e nessuno perde le speranze di una combinazioni di risultati favorevoli anche sugli altri campi. A far sentire la sua grinta non anche in palestra durante la preparazione del match è un giocatore al suo secondo anno nella formazione marchigiana, Il centrale Luca Bucciarelli, : “Contro Gioia siamo stati bravi a superare le difficoltà del primo set – le sue parole -, ma nei due successivi parziali ci è mancato il guizzo finale. Potrei parlarvi di episodi, di sfortuna, ma non è la prima volta che ci capita, quindi preferisco fare i complimenti ai nostri avversari, che sono stati più lucidi. Dobbiamo diventare scaltri. Forse il timore dei Play Out che si avvicinano può darci una mano a trovare l’adrenalina per alzare l’asticella contro squadre più attrezzate ed esperte. Dobbiamo pensare positivo. Siamo consapevoli che potevamo affrontare meglio alcune situazioni nella Pool B, ma limitarsi a recriminare su quello che poteva essere e non è stato è da perdenti. Siamo un gruppo unito. Dobbiamo guardare avanti, evolverci e concentrarci sulla prossima gara”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana