Brutta figura Matelica, cinque sberle dal Mantova

Il Matelica cade a Mantova

SERIE C – Passo falso dei biancorossi in terra lombarda nel turno infrasettimanale

Trasferta amara in terra lombarda per il Matelica che torna, dopo la semifinale di Coppa Italia Serie D di due anni fa, al “Danilo Martelli” di Mantova per il secondo turno infrasettimanale del girone B. Una gara equilibrata nella prima frazione, che invece nei secondi 45′, complici anche due penalty nel primo quarto d’ora, fa pendere l’ago della bilancia nei confronti dei padroni di casa. Ai biancorossi ospiti l’onore delle armi per aver provato a combattere fino all’ultimo istante. Esultano i virgiliani che, davanti al proprio pubblico, presente in buon numero sugli spalti, riscattano con 5 reti il 2-0 del “Riviera delle Palme” di domenica scorsa.

Moduli quasi a specchio per i due tecnici: in casa lombarda Di Molfetta agisce dietro le punte Ganz e Cheddira mentre Colavitto opta per dare continuità a Pizzutelli a centrocampo.
Prima frazione con continui capovolgimenti di fronte e due attacchi generosi a fare tanto movimento e cercare di imprimere il proprio sigillo alla gara. A riuscirci è il Mantova con il tap-in vincente al 13′ di Ganz dopo una precedente conclusione di Di Molfetta. De Santis e compagni tentano subito di riacciuffare il pari, ma le conclusioni di Volpicelli, Leonetti e Balestrero trovano sempre un Tozzo attento a fare buona guardia tra i pali.

Nella ripresa Leonetti dal primo minuto lascia il posto a Franchi che si presenta subito dalle parti dell’estremo locale provando a far male. Ci riesce al 3′ il numero 7 ospite che bissa la rete di sabato scorso, insaccando di testa su cross di Bordo dalla destra e riportando l’incontro in parità sull’1-1. Un equilibrio che dura però poco, poiché dopo pochi giri di lancette lo specialista Cheddira si guadagna un penalty che Ganz insacca, facendo il bis sempre dagli undici metri dopo 5′. Al 17′ Di Molfetta dalla distanza cala il poker, ma il Matelica è ancora vivo e a 15′ dal termine è il neo entrato Calcagni ad accorciare le distanze e siglare il 4-2. In pieno recupero è il marchigiano Cheddira a finalizzare un contropiede per il definitivo 5-2.

Il tabellino

MANTOVA – MATELICA 5-2

MANTOVA (4-3-1-2): Tozzo; Bianchi, Checchi, Milillo, Zanandrea (27’st Esposito), Zibert (18’st Mazza), Gerbaudo (16’st Militari), Lucas; Di Molfetta (31’st Rosso); Cheddira, Ganz (27’st Vano). A disposizione: Bertolini, Tosi, Silvestro, Tosi, Saveljevs, Mazza, Cortesi. Allenatore Emanuele Troise.

MATELICA (4-3-3): Cardinali; Fracassini (16’st Masini), Cason, De Santis (16’st Magri), Di Renzo; Bordo (16’st Calcagni), Puzzutelli, Balestrero; Volpicelli, Leonetti (1’st Franchi), Moretti (21’st Rossetti). A disposizione: Martorel, Puddu, Barbarossa, Santamarianova, Baraboglia, Peroni, Ruani, Maurizii. Allenatore Gianluca Colavitto.

ARBITRO: Sig. Eugenio Scarpa della sezione di Collegno.

RETI: 13′ pt, 7′ st (rig.) e 12′ st (rig.) Ganz, 3′ st Volpicelli, 17′ st Di Molfetta, 30′ st Calcagni, 49′ st Cheddira.

Ti potrebbero interessare


Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia