Bruni molto attivo, Tazi non ingrana: Vespa rimane contratto

PROMOZIONE – Le pagelle del Monticelli nella sconfitta contro il Chiesanuova

PALONI E 6,5: Meraviglioso su due uscite e due parate basse. Troppo solo e fuori tempo sul gol del 2-1, si fa anche male il quella circostanza.

36’st MARCUCCI 6: Subentra al suo primo portiere e il giovane ha anche il tempo di mettersi in mostra con un uscita decisiva fuori dalla sua area di rigore.

PORFIRI 6,5: Il più duro dietro nei contrasti, sbaglia qualcosina ma cerca sempre di rimediare con responsabilità.

FATTORI 5,5: Deve guidare un trittico di difensori di cui è l’unico naturale, il tutto contro un attacco difficile. Fa buone cose, ne sbaglia altre. Di testa stava per regalare la gioia del pareggio all’ultimo secondo.

PETRITOLA 6: Timido all’inizio, si scrolla di dosso timori con il passare della partita.

BRUNI 6,5: Uno dei più attivi, sicuramente più vogliosi, della sua squadra. Lo cercano poco, quindi decide di slalommeggiare e andarsi a prendere il gol da solo. Carnevali però glie lo impedisce.

TARLI 6: Un po’ molle sui contrasti e sulla gestione, è quello che risente di più della fisicità ospite.

37’st CRESCENZI s.v.

TAZI 5: Tiene troppo il pallone tra i piedi, non esalta la prestazione. Utile in fase di non possesso.

18’st ALIJEVIC 6,5: Anche solo con una mezz’ora a disposizione, lo Zar dimostra di essere l’uomo in più che è mancato nel corso del match.

SPINELLI 6: Si vede poco perché tallona Tanoni praticamente ovunque.

25’st PANICHI 6: Gira bene il pallone con lo Zar, ridisegna il centrocampo tra gli attacchi ospiti.

VESPA 6: Ha il pregio di trovare subito il rigore, poi però si contrae in zona difensiva non mostrando le sue qualità tipiche in fascia.

PAOLINI 5,5: Altra partita dura, riesce poco a dialogare con i compagni e il gioco a terra gli viene stoppato dalla fisicità della capolista.

36’st CAPRIOTTI 6: Ha la palla del pareggio con un tiro al volo che di solito non cilecca. Neanche questa volta lo fa ma la palla termina alta.

GIBELLIERI 7: Altro giro, altro gol. Stavolta su rigore dopo quattro minuti. Poi anche lui è immerso nella partita molto fisica.

All. SETTEMBRI 6: Quando manca la spina dorsale (Scielzo e Alijevic) è davvero dura. La sua squadra meritava sicuramente qualcosa in più. Nel corso del match ridisegna il centrocampo ed ha anche la sfortuna dell’infortunio del suo portiere.

Matteo Rossi
Author: Matteo Rossi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS