Brandisce una sedia contro l’arbitro donna: maxi squalifica per un mister


SERIE D – Il tecnico del Notaresco De Patre offende e minaccia la direttrice di gara marchigiana Alice Gagliardi dopo la gara persa 0-3 con il Cynthialbalonga ma macchiata da un rigore non concesso: un mese e mezzo di stop

Maxi squalifica per Tiziano De Patre, allenatore del Notaresco, Serie D girone F, quello delle marchigiane. Dalla panchina, De Patre ha visto i suoi sopperire per 0-3 con il Cynthialbalonga, sgranando gli occhi a metà secondo tempo per un rigore abbastanza clamoroso non concesso quando il punteggio era sullo 0-1. Protagonista dell’errore? L’arbitro Alice Gagliardi della sezione di San Benedetto.

A fine gara, però, l’errore inammissibile lo ha commesso anche il tecnico, come ha ricostruito il Giudice Sportivo. De Patre, infatti, “ha avvicinato con fare minaccioso prima un calciatore avversario e poi si è rivolto alla Gagliardi brandendole contro una serie e rivolgendole espressioni offensive e implicanti discriminazione per motivi di sesso – così si è letto da comunicato ufficiale -. Veniva trattenuto da altri dirigenti del sodalizio”. Atteggiamento che gli è costato uno stop di un mese e mezzo, sino a tutto marzo non potrà più allenare.

Non è finita qui. Inflitti anche 2.500 euro di multa e una gara a porte chiuse al Notaresco, perchè i suoi tifosi hanno “rivolto reiterate espressioni triviali, offensive ed implicanti discriminazione per motivi di sesso all’indirizzo dell’arbitro. Inoltre i medesimi lanciavano due seggiolini all’indirizzo di un calciatore avversario e della terna arbitrale”. Insomma, una brutta pagina di sport, macchiata da errori tecnici in campo e, forse ancor più gravi, atteggiamenti inqualificabili fuori.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS