Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Blitz della Polizia ai giardini: arrestato pusher 20enne

img

Dalle indagini sono emerse chat telefoniche con cui fissava appuntamenti con i suoi giovani “clienti”

“Cisti… cisti…cisti!!”: è stata questa parola metropolitana, propria del gergo dei giovanissimi, che, urlata a squarciagola, riecheggiava ieri pomeriggio (16 ottobre) tra il fuggi fuggi generale di ragazzi che, improvvisamente, hanno visto i poliziotti sbucare fuori dagli anfratti dei giardini del quartiere Archi.

Un nuovo arresto messo a segno dagli agenti della Squadra Volanti della Questura di Ancona, dirette dal S. Commissario Franco Pechini, e un nuovo sequestro di droga, più di 100 grammi di marijuana spacciata da un giovane anconetano di 20 anni.

Intorno alle ore 17, le “Pantere” della Squadra Volante hanno notato strani movimenti all’interno del parco delle Fornaci e immediatamente è scattato il blitz.

Mentre un equipaggio chiudeva le vie di fuga, una squadra di agenti si inerpicava tra la vegetazione da dove riuscivano a intravedere un gruppo di ragazzi che accerchiavano un giovane, ben vestito, con l’aria da “bravo ragazzo” che mostrava una bustina trasparente piena di marijuana, facendola annusare ai giovani, come se volesse far testare la qualità della droga che stava proponendo. Poi, zelantemente, prendeva dal giubbotto blu delle bustine con chiusura sottovuoto e inseriva la sostanza stupefacente per consegnarla agli assuntori dietro pagamento di denaro in contante.

I poliziotti balzarono fuori dai cespugli e riuscirono a bloccare il pusher. Il giovane è stato identificato e arrestato in flagranza di reato.

Dalle immediate indagini è emerso che il ventenne tratteneva delle chat telefoniche con i suoi “clienti”, prendendo “ordinazioni” e fissando “appuntamenti di spaccio” tramite WhatsApp e Telegram: i numerosi messaggi, soprattutto vocali, non hanno lasciato dubbi sulla sua fiorente e prolungata attività di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli altri ragazzi, tutti identificati e alcuni appena diciottenni, sono stati segnalati quali assuntori di sostanze stupefacenti alla locale Prefettura.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest
This div height required for enabling the sticky sidebar
error: Contenuto protetto !!