Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :

Blender bike, la bicicletta che fa i frullati inventata da un maceratese

img
L'innovativa bici

CURIOSITA’ – Sauro Salvucci, 55enne commerciante, ha avuto la brillante idea: “Bici meccanica, pedalando è la ruota davanti ad azionare il frullatore”

di Veronica Biaggi

Quante volte ci è capitato di ironizzare sulle nuove tecnologie dicendo “tra un po’ questi telefonini ci faranno anche il caffè” ? Oggi, Sauro Salvucci, un commerciante di 55 anni con la passione per il volo e la meccanica, maceratese doc, ci ha dimostrato che non sarà lo smartphone a reinventarsi ma la bicicletta. Con un po’ di fantasia, Sauro è riuscito a rivoluzionare la tradizione invogliando al movimento con il piacere di gustare alla fine un frullato ”super green”.

Sauro Salvucci

La sua invenzione è molto stravagante oltre ad essere bella esteticamente. Dov’è nata l’idea e come mai questo stile così rétro?
“Questa bicicletta è molto richiesta in Nord Europa e ci sono dei modelli simili al mio, pensata soprattutto per promuovere l’ecologia. Essendo un appassionato di meccanica ho pensato di riprodurla creando un innovativo modello di ”blender bike” Italiano. Lo stile è quello di una comune bicicletta, un modello che ricorda un po’ il passato per far si che tutti possano salirci su e farsi un bel frullato, dal più giovane al più anziano”.

Ci può spiegare brevemente come funziona il meccanismo?
“La bicicletta è interamente meccanica, non ha niente di elettronico. Facendo passare la catena della bicicletta dalla ruota posteriore a quella anteriore, pedalando è la ruota davanti che si muove facendo azionare, attraverso un piccolo albero meccanico, il frullatore appositamente modificato”.

A chi è destinata la sua bicicletta così inusuale e qual è il vostro intento?
“Questa bicicletta me la immagino in locali all’avanguardia che vogliono aprirsi alle novità. Lo stile e i colori pastello utilizzati possono dare un tocco di colore e di vivacità in qualsiasi posto la si posizioni. Il mio obbiettivo è quello di promuovere la sana alimentazione, seguita da un giusto esercizio fisico e sfruttando soltanto energia sostenibile. Poi penso sia divertente e adatto veramente a chiunque”.

La prima opinione che ha ricevuto dopo la creazione della Blender Bike qual è stata?

“Mi hanno detto che sono un pazzo”, risponde Sauro ridendo.

Oggi sfruttiamo al massimo le nuove tecnologie per ricavarci maggiori prospettive di lavoro, ma secondo lei quanto è importante ancora l’artigianato nel nostro territorio?
“Penso che l’artigianato sia molto importante, infatti questa bicicletta è al 100% artigianale ed ogni pezzo è contrassegnato da un numero di serie. Ci tengo a dire che è made in Italy a tutti gli effetti per questo cerco collaborazioni che mi possano aiutare ad ampliare sempre di più la manifattura italiana che ritengo molto importante per la crescita del lavoro nel nostro paese”.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest
This div height required for enabling the sticky sidebar