Biagio Nazzaro, Latini nuovo presidente: Rossini appende le scarpette al chiodo e sarà il Ds

Luca Latini, nuovo presidente Biagio Nazzaro

PROMOZIONE – Svelato il nuovo organigramma societario rossoblu

La Società Biagio Nazzaro comunica che, nei giorni scorsi, sono state rinnovate le cariche sociali ed è stato nominato il nuovo Consiglio d’Amministrazione, attualmente composto da cinque persone, con possibilità di ulteriori ingressi. I componenti sono: il nuovo presidente Luca Latini, il nuovo vicepresidente Stefano Tanfani, Daniele Girini, Mauro Marinelli e Fabio Marziani. Dopo sedici anni, in cui le soddisfazioni sono state di gran lunga superiori alle amarezze, non c’è più un esponente della famiglia Parasecoli alla guida della società. Contestualmente, è in fase di programmazione la nuova stagione sportiva, con la prima squadra impegnata nel campionato di Promozione. L’obiettivo è quello di riportare al più presto i colori rossoblù nel massimo proscenio regionale, dopo l’amara retrocessione maturata nella stagione appena conclusa.

Leonardo Rossini

Il nuovo direttore sportivo è l’ex capitano rossoblu Leonardo Rossini, una vera e propria bandiera degli anni più recenti della Biagio, con cui vanta 200 presenze e 26 reti da giocatore. Rossini sveste dunque maglia e calzoncini, indossati l’ultima volta nello sfortunato spareggio playout d’Eccellenza a Porto Sant’Elpidio il 29 maggio scorso, e continua la sua avventura rossoblù da dietro la scrivania. Il tempo stringe e il nuovo ds è già al lavoro per riconsegnare alla città di Chiaravalle una squadra degna della sua centenaria storia. Sono in corso contatti serrati e a breve potranno essere comunicati i primi nomi: da quello, attesissimo, dell’allenatore, a quelli dei giocatori confermati e dei nuovi che costituiranno la rosa.

In stretta collaborazione con Rossini opererà Fabio Favi, responsabile tecnico di tutto il settore giovanile. L’intento della nuova società è quello di creare una salda sinergia tra la prima squadra e le altre categorie, valorizzando quei giovani calciatori che saranno pronti per il campionato di Promozione. Il parco “under”, obbligatorio per ottemperare alle regole federali, che impongono almeno un classe 2002, un 2003 e un 2004 sempre in campo nella prossima stagione sportiva, sarà pertanto composto, in via prioritaria, da elementi provenienti dal settore giovanile.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia