Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :

Biagio Nazzaro, entusiasmo e fiducia per il Malavenda bis

img
Giammarco Malavenda, allenatore della Biagio Nazzaro

PROMOZIONE – A Chiaravalle l’atmosfera è quella giusta, il tecnico: “Tifosi e società dalla nostra parte, spetta a noi trovare i giusti equilibri in mezzo al campo”

di Claudio Comirato

L’uomo giusto al momento giusto. Il riferimento non può che essere a Giammarco Malavenda, tecnico della Biagio Nazzaro, l’unico che ad oggi potrebbe risollevare le sorti della formazione rossoblu che dopo 15 anni di Eccellenza è retrocessa nel campionato di Promozione. E proprio con Malavenda in panchina, alcune stagioni fa, la Biagio sfiorò la serie D dopo lo spareggio di Anzio con la formazione di casa che riuscì a pervenire al pareggio a due minuti dalla fine della partita. Una vera e propria beffa ma di quella stagione e della successiva è rimasto un ricordo indelebile nei confronti dello stesso Malavenda, al punto tale che la società proprio quest’anno ha cambiato diversi interpreti decidendo di puntare sull’ex giocatore dell’Ancona ai tempi della presidenza di Marinelli.

Una scelta quanto mai azzeccata. In poche settimane a Chiaravalle è tornato l’entusiasmo nei confronti della Biagio, che peraltro può vantare su una storica tifoseria da sempre vicina ai colori rossoblu. Nonostante gli attestati di stima ricevuti in queste settimane, lo stesso Malavenda preferisce mettere subito le cose in chiaro: “La stagione che ci portò a sfiorare la serie D con lo spareggio di Anzio è senza dubbio un bel ricordo e come tale deve essere considerato. Bisogna guardare avanti, resettare tutto ed iniziare a lavorare nel migliore dei modi. Ci aspetta un campionato di Promozione particolarmente difficile ed impegnativo dove ci sono tante squadre pronte a lottare per i primi posti della classifica”.

Come giudica la sua rosa e sopratutto quali saranno le squadre da battere? “L’Osimana ha senza dubbio qualcosa in più rispetto alle altre per i tanti giocatori di qualità in rosa. Bisognerà fare attenzione anche alla Filottranese, alla Vigor Castelfidardo, al Valfoglia e come sempre non mancheranno le sorprese. Noi abbiamo cercato di allestire un organico competitivo, ora però dobbiamo cercare quanto prima una nostra amalgama interna. In poche parole dobbiamo diventare un gruppo”.

Quale atmosfera si respira in questi giorni a Chiaravalle? “L’entusiasmo attorno alla squadra si avverte in maniera evidente, i tifosi sono dalla nostra parte, la società non ci fa mancare nulla. Ora spetta a noi trovare i giusti equilibri in mezzo al campo. Da qui all’inizio del campionato abbiamo fissato una serie di amichevoli. Cominceremo mercoledì 14 con il test in famiglia, dopo una settimana andremo ad Angeli di Rosora con il Castelplanio per poi affrontare in casa i Portuali mercoledì 28. Il 4 settembre, sempre a Chiaravalle, avremo l’amichevole con il Monserra”. Da confermare invece l’amichevole con la Sangiustese.

Per quello che riguarda il mercato, tra i pali dal Castelfiardo è arrivato Marziani, così come il difensore Giovagnoli. Per rinforzare ulteriormente la retroguardia i biagiotti si sono assicurati Arcolai, ex Maceratese e centrale di provata esperienza. Alla rosa si sono aggiunti anche Stella dal Camerano e Mazzarini (classe 2000) dall’Atletico Alma. Un altro fuoriquota Thena Bias classe 2001 è stato prelevato dal Fano mentre dall’Anconitana è arrivato D’Agostino 2001. Per il reparto offensivo preso Gioacchini dal Marina, Alessandroni dal Camerano, Terrè e Frulla dall’Olimpia Marzocca.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest
This div height required for enabling the sticky sidebar