“Bestia, sei nera”: genitori insultano calciatrice avversaria, la Jesina esprime solidarietà e si dissocia

Epiteti a sfondo razziale ad una giocatrice del Vicenza, la società leoncella prende le distanze: il fatto accaduto nel weekend

Una rimessa laterale da battere, magari un colpo proibito, un rosso diretto. Da lì una serie di insulti a sfondo razziale rivolti alla giocatrice espulsa sono piovuti dalla tribuna, blaterati da genitori “avversari”. Peccato che gli epiteti vergognosi siano stati registrati dalle telecamere ed ora stiano facendo il giro d’Italia.

Il fattaccio è successo nel weekend nel corso della gara di calcio femminile, Serie C, tra Vicenza e Jesina. Nel primo tempo, la calciatrice vicentina Rafiat Folakemi Sule, attaccante 22enne di origini nigeriane, si è presa il cartellino dopo uno scambio di provocazioni con una leoncella. E mentre l’arbitro era in conciliabolo con il suo assistente per ricostruire l’accaduto e decidere il da farsi, dagli spalti ecco le voci inconfondibili. “Bestia, sei nera. Sai cosa hai fatto!”. Molto limpido un timbro femminile, accompagnato da quello di un uomo. Secondo le fonti, sarebbero due genitori di atlete della Jesina.

La società leoncella ha preso immediatamente le distanze dall’accaduto, condannando il brutto episodio ed esprimendo solidarietà al Vicenza e soprattutto alla Sule. “La Jesina Calcio Femminile unitamente a tutti i propri tesserati intende prendere le distanze nella maniera più assoluta e decisa da quanto verificatosi nel corso della partita con il Vicenza – si è letto sui canali ufficiali del club – ed in particolare dalle frasi deplorevoli che sarebbero state proferite nei confronti di una giocatrice del Vicenza da soggetti non facenti parte della nostra società e quanto mai lontani dai nostri valori morali. Esprimiamo quindi la nostra più totale solidarietà e vicinanza alla vostra giocatrice nella speranza che simili episodi non si verifichino più in futuro”.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS