Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Bella Fermana, a Modena arriva il primo punto dell’era Antonioli

/
img
La nuova Fermana di Antonioli in campo a Modena

SERIE C – Persia risponde a Pezzella e al Braglia i canarini pareggiano 1 a 1, Maistrello va vicino al gol vittoria

di Lorenzo Attorresi

Che bellina la Fermana di Mauro Antonioli, alla prima sulla panca canarina dopo l’era Destro. I gialloblu ottengono un bel punto al Braglia di Modena (1-1 in rimonta) ma, al di là del risultato, la nuova Fermana è piaciuta per qualità di gioco, per coraggio, per pericolosità offensiva, per piglio completamente diverso rispetto alle ultime uscite. Molto più sereno, più organizzato nella metà campo avversaria. L’era Antonioli, dunque, ha per il momento portato quella ventata di freschezza che ci si aspettava e che ora dovrà mantenersi su questi livelli. Diamo ad Antonioli quel che è di Antonioli, ma non togliamo tutto a Destro. Flavio era umanamente un altro tipo di uomo e tecnicamente un altro mister, che nelle ultime settimane era andato in panne, col suo 3-5-2 che con il nuovo trainer si è trasformato in 4-2-3-1, grazie agli esterni ora disponibili come Bacio e Liguori (in attesa di Petrucci) ma anche grazie alla qualità di D’Angelo sulla trequarti: perché con Destro non giocava? Titolare per un Cognigni non in ottime condizioni, D’Angelo ha fatto molto bene come tutti i suoi compagni, compreso quel Comotto che con l’Imolese era finito in panchina nel momento più delicato e da cui, invece, Antonioli è ripartito.

Splendido il salvataggio del capitano sul finire del primo tempo in opposizione al tiro di Varutti. Prima erano successe già molte cose, tanti cross per Maistrello (per una virgola non ha fatto gol), un’occasione colossale per D’Angelo (a vuoto di testa) poi non “sistemata” in rete da Bacio Terracino (tiro fuori), così come una girata di classe di Ferrario di un niente fuori. Promossa la Fermana nel primo tempo, ma è nella ripresa che si è meritata gli applausi: perché immediatamente è andata sotto (Gemello male su tracciante da fuori di Pezzella), ma poi è stata bravissima a rimettersi in corsa con la testata di Persia su corner di D’Angelo. Infine, il bello è che i gialloblu marchigiani non si sono accontentati, cercando di trovare il gol che avrebbe sancito il sacco di Modena. Ancora Maistrello, emiliano doc, ci è andato vicino ma senza riuscirci. Ma per questa volta va bene anche così. Pollice alto per Antonioli, pollice alto per tutta la Fermana.

Il tabellino

MODENA – FERMANA 1-1

MODENA (3-5-2): Gagno; Cargnelutti (65’ Politti), Perna, Stefanelli; Mattioli (65’ Bearzotti), Laurenti (65’ Rossetti), Rabiu (72’ Boscolo Papo), Pezzella, Varutti; Sodinha, Ferrario. All. Zironelli.

FERMANA (4-2-3-1): Gemello; Iotti (72’ Bellini), Comotto, Scrosta, Sperotto; Urbinati (72’ Ricciardi), Persia; Liguori (80’ Rolfini), D’Angelo, Bacio Terracino (72’ Petrucci); Maistrello (88’ Cognigni). All. Antonioli.

ARBITRO Pascarella di Nocera Inferiore.

RETI 47’ Pezzella, 60’ Persia.

NOTE: ammoniti Urbinati, Scrosta, Persia, Cargnelutti, Rabiu; angoli 3-3; recupero 1’+5’; spettatori 6mila circa.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest
This div height required for enabling the sticky sidebar
error: Contenuto protetto !!