Belfortese in festa: “Quando si mette insieme un gruppo così i risultati sono questi”

SECONDA CATEGORIA – Finalissima playoff vincente, mastica amaro invece il Santa Maria Apparente: il post gara

Una gara bella, intensa e ricca di continui ribaltamenti di fronte e colpi di scena, degna di una finalissima è quella che hanno messo in scena ieri pomeriggio sul neutro di Monteccasiano, Santa Maria Apparente e Belfortese, che si sono affrontate a viso aperto senza risparmiarsi, facendo divertire il numeroso pubblico (oltre 500 spettatori) giunto allo Stadio San Liberato per assistere al match tra due squadre forti che hanno dimostrato la propria forza e valore. A festeggiare alla fine, dopo centoventi minuti emozionanti, è stata la Belfortese che alla lotteria dei calci di rigore ha sbagliato di meno, dimostrandosi più fredda, festeggiando così un traguardo storico per tutta la società biancorossa e per tutta Belforte del Chienti, che mai nella sua storia era riuscita a mettere la sua collocazione geografica in un campionato di Prima Categoria.

Nel post gara felice ma allo stesso tempo emozionato e commosso l’allenatore Andrea Casoni che ex giocatore della Belfortese e Belfortese Doc, non poteva immaginare storia e lieto fine più bello di questo: ” È la prima volta che la Belfortese va in Prima Categoria. È un’emozione grandissima. Dedico questa vittoria in primis al presidente (ndr Gianpaolo Prugni) perché lui è l’artefice di tutto, perché senza lui non potevamo realizzare tutto questo. In secondo la dedico alla mia famiglia, a mia moglie e ai miei figli che mi sono stati vicini. Poi infine a questi ragazzi che sono un gruppo stupendo. Questa categoria non c’entrava niente e adesso lo posso dire. Vincere i campionati non è facile e chi ha giocato e gioca a pallone lo sa. Arrivare a fare la finalissima non è facile e a vincerla così in questa maniera è da grande squadra e grande gruppo. La seconda vittoria è vedere tutta questa gente tifare per noi, è avergli regalato questa soddisfazione. È una grande emozione”. Alle parole di mister Casoni seguono quelle del capitano e punto fermo del centrocampo biancorosso, Massimiliano Quadraroli: “Abbiamo lottato fino alla fine per raggiungere questo obiettivo. Faccio i complimenti al Santa Maria Apparente perché non hanno mollato mai fino alla fine. È stata una partita difficilissima, però il calcio è così. Abbiamo sofferto fino alla fine e poi ce la abbiamo fatta. Devo ringraziare tutti quanti perché è un gruppo eccezionale. Non era facile mettere insieme tutte persone nuove a inizio anno e creare un gruppo così e invece è successo e questi sono i risultati”.

Dall’altra parte grande amarezza per il risultato in casa Santa Maria Apparente che sotto di due goal all’intervallo, dopo aver ripreso la gara in nove uomini, con grande cuore e determinazione, deve arrendersi alla lotteria dei calci di rigore, uscendo a testa altissima tra l’applauso dei suoi tifosi, al termine di una stagione che comunque rimane da incorniciare per i gialloblù civitanovesi. Delusione che traspare anche dal voto dell’allenatore Enio Tassetti, che però non può che essere soddisfatto e orgoglioso della prova e della stagione disputata dai suoi ragazzi: “Oggi devo solo dire grazie a questi ragazzi e a questa società che comunque ha creduto in noi e oggi è stata l’ennesima dimostrazione che sono dei ragazzi d’oro. Hanno cercato di recuperare una partita messasi male subito dall’inizio per due errori nostri di superficialità, però questi ragazzi sono stati questi tutto l’anno. Hanno sempre dimostrato di avere grande carattere e un grande cuore e mi dispiace vederli andare via a testa bassa perché meritavano di essere festeggiati come l’altra squadra. Futuro? Adesso faremo delle valutazioni con la società e vedremo il da farsi e quello che potremmo programmare eventualmente per la stagione futura. Adesso c’è grossa delusione e quindi magari non è il momento di parlare di questa cosa. Ci premevo a fare un ringraziamento particolare alla società che ci ha dato la possibilità di disputare un grande campionato. Vorrei ringraziare la mia famiglia, mia moglie e i miei figli che mi hanno dato la possibilità di stare sempre a contatto con questi ragazzi e spesso hanno dovuto sopportare la mia assenza. Infine devo ringraziare soprattutto questi ragazzi che sono fantastici”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS