Bartolini, prodezza da pazzi e cuori infranti: “Gol pensato e voluto” – VIDEO

PRIMA CATEGORIA – Incredibile intuizione con rete da metà campo per il Montemilone, proprio al cospetto del Montecosaro ex squadra: “Era una gara speciale”

Dopo due stop consecutivi è tornato il sorriso in casa Montemilone Pollenza grazie alla netta e rotonda vittoria per quattro a uno maturata domenica pomeriggio all’Aurelio Galasse contro il Montecosaro. Sconfitta che è costata cara al tecnico giallorosso Giordano Perini che di comune accordo con la società, ha deciso di interrompere la collaborazione per dare una scossa alla squadra, con la società del presidente Silvano Borroni che per sostituirlo ha deciso di affidare la guida tecnica ad Angelo Cetera. Tre punti invece pesantissimi per il morale ma soprattutto per la classifica, quelli ottenuti dagli amaranto-celesti che grazie al successo maturato hanno rilanciato le proprie quotazioni nella corsa salvezza portandosi a meno quattro lunghezze dalla Cingolana San Francesco che occupa l’ultimo posto in classifica, prima della zona playout e che quindi significherebbe salvezza diretta. Una partita non come le altre per un dei protagonisti del match, ossia l’attaccante Federico Bartolini, originario di Montecosaro dove attualmente vive e grande ex della partita visto i suoi trascorsi con la maglia giallorossa che ha indossato per ben otto stagioni.

A rivivere le emozioni del match di domenica pomeriggio c’è proprio l’attaccante dei pollentini che racconta così ai nostri microfoni anche la straordinaria rete che si è inventato, con una conclusione da cineteca da centrocampo che non ha lasciato scampo all’estremo difensore ospite Torresi e che ha permesso alla sua squadra di portarsi sul doppio vantaggio:” La partita contro il Montecosaro è sempre una partita speciale perché ritrovo dall’altra parte il mio passato, amici ed ex compagni di squadra. Riguardo al goal sono felice perché è stato pensato e voluto, ma soprattutto perché ha aiutato la squadra a raggiungere i tre punti. Dobbiamo ricordarci però che non abbiamo ancora fatto niente perché siamo rimasti sempre lì e sabato abbiamo uno scontro importante per l’obiettivo salvezza”. Un Montemilone Pollenza partito con ben altre aspettative a inizio stagione e che invece ha incontrato più di qualche difficoltà in questo primo segmento di campionato che ha portato all’avvicendamento in panchina tra mister Emanuele Liberti e mister Andrea Mazzaferro e che ha fatto scivolare il collettivo del presidente Giuseppino Marinangeli nei bassifondi della classifica in piena zona playout. Bartolini, oramai da due stagioni in maglia amaranto-celeste traccia la strada da seguire per uscire da questo momento difficile, parlando anche dell’ ambiente Montemilone.

“Riguardo al mondo Montemilone Pollenza oramai è come una seconda famiglia, perché sono nati rapporti molto stretti e importanti con la squadra e la dirigenza. Siamo una squadra che si è trovata in una situazione inaspettata a inizio anno e ora per uscire da questo momento bisogna essere più uomini che calciatori. Ci sono ancora molte partite e fino all’ultimo daremo sicuramente tutto”. Non c’è tempo di assaporare i tre punti ottenuti contro il Montecosaro, che la mente è già rivolta al prossimo delicato impegno in trasferta contro l’Esanatoglia, in un match che si profila un vero e proprio scontro diretto per la salvezza, visto che le due formazioni sono separate da quattro lunghezze in classifica:” Sabato affronteremo una squadra esperta e organizzata che come noi cercherà il risultato in tutti i modi. Per affrontare al meglio la prossima partita è importantissimo ridurre a zero anche il minimo errore, perché in queste gare può essere fatale”. Un campionato difficile ed equilibrato quello del girone C di Prima Categoria, come sottolinea anche lo stesso Bartolini:” È un girone molto bello e combattuto, bello da vivere e da vedere. Il girone C, da quando ci sono è sempre stato il girone più tosto. Non esiste una partita facile sulla carta perché tutte le squadre ti danno filo da torcere”. Per chiudere, Bartolini fissa i propositi da qui fino al termine della stagione:” L’obiettivo sicuramente è la salvezza e fino all’ultima partita combatteremo per ottenerla. Mi auguro di segnare altri goal per aiutare la squadra a raggiungere la salvezza il prima possibile, anche se la cosa più importante, ripeto, è che otteniamo la salvezza”.

IL VIDEO

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS