Ballottaggio Jesi, la sfida tra Marasca e Fiordelmondo

Sarà ballottaggio a Jesi tra Lorenzo Fiordelmondo e Matteo Marasca.

Nella prima tornata elettorale il candidato sindaco di centrosinistra Lorenzo Fiordelmondo ha ottenuto il 45,6% (7603 voti), mentre il candidato Matteo Marasca si è fermato al 36,42% (6073 voti). Per il ballottaggio, si ritornerà alle urne domenica 26 giugno.

Fiordelmondo è sostenuto dalle liste di colazioni centro sinistra: Partito Democratico, Jesi in Comune, Movimento Repubblicano Europeo, “Con senso civico”, Movimento 5 stelle ed Europa Verde. La lista con più voti è stato il Partito Democratico con il 22,51% (3368 voti) seguito da Jesi in Comune con l’11,71% (1752 voti), “Jesi Respira” con il 5,11% (764 voti), Movimento Repubblicani Europei con il 3,49% (522 voti), “Con Senso Civico” con il 3,26% (488 voti).

Marasca che raccoglie l’eredità del sindaco uscente Massimo Bacci è appoggiato da JesiAmo, Orizzonte Jesi, Patto x Jesi e Riformisti per Jesi. La lista con più voti è stata JesiAmo con il 16,82% (2516 voti) seguita da “Orizzonti per Jesi” con il 6,71% (1007 voti), “Patto X Jesi” con il 6,8% (1017 voti) e “Riformisti per Jesi” con il 5,96% (891 voti). Si ferma al terzo posto Antonio Grassetti che ha ottenuto l’11,56% e 1927 voti di cui 1635 alla lista di Fratelli d’Italia (11,18%). Marco Cercaci si piazza al quarto posto con 700 voti e il 4,2%. Sostenuto da “Il Popolo della Libertà” (0,94% e 140 voti) e “Per l’Italia con Paragone” (3,27% e 489 voti). In ultimo l’unica donna candidata sindaca Paola Cocola che ha ottenuto il 2,22% con 332 voti. Il suo partito “Lavoro e libertà” ha ottenuto il 2,15% e 314 voti.

I votanti a Jesi sono stati 17.236 su 32.550 aventi diretto. I voti validi sono stati 14.959. Le schede nulle sono state 342 e le schede bianche 220.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia