Ballarin, un concorso per scegliere il progettista della riqualificazione

Verrà costituito un gruppo di lavoro costituito da tecnici e del presidente del Comitato di Volontariato, Fabrizio Marcozzi

Nel Municipio di San Benedetto del Tronto si è svolto il primo tavolo tecnico finalizzato alla concretizzazione di una collaborazione attiva tra il Comitato di Volontariato Cittadino propositore del Progetto “Ballarin-la Porta della Città, un Parco inclusivo sul Mare”, l’amministrazione, gli uffici tecnici e l’Ordine degli Architetti della Provincia di Ascoli Piceno.

All’incontro hanno partecipato il sindaco Antonio Spazzafumo, gli assessori Andrea Sanguigni, Bruno Gabrielli e Tonino Capriotti, l’ing. Germano Polidori e l’arch. Gionni Tiburtini del settore municipale Urbanistica, l’arch. Annalisa Sinatra dei Lavori pubblici, gli arch. Paola Amabili e Fabio Viviani rispettivamente presidente e vice presidente dell’Ordine degli Architetti, oltre a Fabrizio Marcozzi, presidente del Comitato di Volontariato.

Durante l’incontro sono stati affrontati diversi temi prevalentemente di carattere urbanistico. Il sindaco ha inoltre confermato l’intenzione di realizzare il progetto “Ballarin-la Porta della Città, un Parco inclusivo sul Mare” e di avviare un concorso di progettazione in due gradi, con lo scopo di acquisire un progetto esecutivo a partire dallo studio preliminare condotto dall’ipotesi di riqualificazione e rigenerazione dell’intera zona Ballarin proposta dal comitato. Ovviamente il progetto esecutivo verrà poi affidato al vincitore del concorso.

Il tavolo tecnico si è concluso con l’accordo di costituire da subito un gruppo di lavoro operativo, composto dal presidente e vice presidente dell’Ordine, dai due dirigenti degli uffici tecnici ai Lavori pubblici e all’Urbanistica e da Marcozzi. Il primo step sarà un confronto con la Sovrintendenza e con l’autorità Portuale di Ancona.

 

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana