Bagalini (FdI): “Maggioranza spaccata sulla sanità, intervenga Spazzafumo”

Il consigliere di Fratelli d'Italia Nicolò Bagalini

“Centrosinistra e maggioranza stanno sbagliando metodo e atteggiamento, serve serietà”

Dopo lo scontro in commissione sanità tra Giorgio De Vecchis e Umberto Pasquali della lista di maggioranza San Benedetto Viva, interviene il consigliere di Fratelli d’Italia Nicolò Bagalini.

Dice il meloniano:”La mozione presentata dal consigliere PD Bottiglieri non è altro che un attacco politico e strumentale al centrodestra, lo dimostra la totale assenza di quello che dovrebbe essere il requisito principale in materia di Sanità, la condivisione.
La sinistra invece continua ad avere un atteggiamento divisivo al solo scopo di impedire che prenda forma quel processo di rinascita della sanità picena dilaniata da oltre un ventennio di scempi con la sinistra al governo della Regione. Evidentemente non sono bastate le roboanti sconfitte elettorale perché il PD capisse che questa sua strategia è fallimentare sotto ogni punto di vista”.

Continua Bagalini: “Affibbiare la colpa al governo Acquaroli dopo appena un anno e mezzo dall’insediamento è una mancanza di rispetto all’intelligenza dei cittadini sambenedettesi. È intellettualmente molto più onesto invece il capogruppo di San Benedetto Viva Giorgio de Vecchis quando afferma che la situazione della mala gestio dell’ospedale è figlia dei 27 anni di dittatura sanitaria attuata dalla sinistra”.

Ancora il consigliere di Fratelli d’Italia: “In sanità le mura sono molto importanti ma ancora più decisivo è il personale da cui dipende realmente la qualità dell’offerta di assistenza sanitaria, da questo punto di vista l’eredità che i nostri rappresentanti di centrodestra hanno ricevuto dalla precedente amministrazione regionale è drammatica, basti vedere l’importo medio dei fondi per il personale suddiviso per Area Vasta, numeri assurdi, a San Benedetto del Tronto gli operatori del servizio sanitario pubblico sono pagati meno che nel resto della Regione con l’inevitabile conseguenza che gli addetti ai lavori preferiscono una prospettiva di lavoro più lunga e più redditizia andando a lavorare a Macerata, Ancona ecc. Ecco svelato l’arcano, a cosa sono dovuti gli accorpamenti- riduzioni del servizio sanitario e quant’altro”.

Conclude Bagalini: “Considerando la poco seria e dignitosa tarantella avvenuta allo scorso consiglio comunale che ha avuto come protagonista la consigliera Bottiglieri e la sua mozione, resa pubblica e palese la spaccatura all’interno della maggioranza su un argomento importante e delicato come la sanità, chiedo al sindaco Spazzafumo una presa di posizione forte e chiara perché questo tipo di battaglie si vincono solo se vi è unità e buon senso da parte di tutti”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia