Avverte un malore al cantiere, 30enne in ospedale con la tubercolosi

Allarmismo tra i colleghi di lavoro

Come se non bastasse il Covid negli ultimi periodi anche nel capoluogo di regione si moltiplicano i casi di persone affette da tubercolosi. L’ultima segnalazione arriva da un cantiere navale che si trova dalle parti di via Mattei zona industriale Zipa di Ancona dove nella giornata di venerdì un trentenne di origini asiatiche è stato colto da un malore.

A prestare i primi soccorsi sono stati i colleghi di lavoro che hanno poi allertato il 112. L’uomo in pochi minuti ha perso i sensi ed ha iniziato ad avere delle perdite ematiche dalla bocca, quanto è bastato per far scattare il trasferimento in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale regionale di Torrette. Una volta accolto in sala emergenza, il trentenne è stato sottoposto ad ulteriori accertamenti clinici e uno di questi esami ha confermato che il soggetto era affetto da una forma di tubercolosi avanzata. Questa malattia si trasmette per via aerea attraverso le secrezioni respiratorie emesse nell’aria da un individuo contagioso per esempio tramite un banale starnuto, un colpo di tosse o addirittura la saliva.

Il paziente affetto da tubercolosi è sempre contagioso e in mancanza di un adeguato piano terapeutico il tasso di mortalità supera il 50% dei casi. Tra gli organi bersaglio nelle forme avanzate l’apparato urinario, la pelle ma anche la colonna vertebrale oltre che l’intero apparato respiratorio. Una cosa è certa, la notizia del ricovero dell’uomo a Torrette ha creato un certo allarmismo tra i colleghi di lavoro e tutte quelle persone che nel cantiere hanno avuto rapporti con questa persona.

Matteo Rossi
Author: Matteo Rossi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS