Aumentano i costi per riqualificare il lungomare nord

Cantiere sul lungomare

La strada litoranea dovrebbe riaprire alla circolazione il 1° giugno

Aumentano di 115mila e 126 euro, Iva inclusa, i costi per la riqualificazione del 1° lotto della corsia est del lungomare nord di San Benedetto del Tronto. Attualmente è in fase di completamento il cantiere tra via Catullo e lo chalet La Bussola. Secondo quanto dichiarato dal vicesindaco Antonio Capriotti entro il 31 maggio terminerà il restyling.   

L’importo originario dell’appalto ammontava a 2 milioni di euro: un milione 291mila e 632 euro per lavori al netto del ribasso d’asta e al lordo degli oneri di sicurezza; 708mila e 367 euro somme a disposizione dell’amministrazione. La spesa passa dunque a 2 milioni e 115mila euro.

Per poter procedere il Comune ha approvato la variante suppletiva e in corso d’opera dell’intervento di riqualificazione del lungomare, tratto via Pola via Tedeschi , 1° lotto. Il direttore dei lavori ha accertato che, oltre a piccole integrazioni per una migliore fruizione delle opere appaltate, è risultato necessario prevedere ulteriori lavorazioni e interventi.

Ecco quali: maggiori quantità previste nel progetto principale relative alle pavimentazioni stradali (fresature, ricariche e tappeto d’usura) per consentire la sistemazione di ampi spazi della corsia ovest, deteriorati a causa
dell’intesificazione del traffico veicolare, dovuto alle deviazioni temporanee del medesimo, e conseguente istituzione del doppio senso di corcolazione sulla stessa corsia ovest.
Ampliamento della predisposizione degli impianti elettrico e di irrigazione con l’inserimento di nuovi pozzetti di dimensioni nette interne di cm. 50X50. Inserimento di microfibre fibrillate in polipropilene di lunghezza pari a 18 mm. e spessore 50 micron per limitare ulteriormente i fenomeni di ritiro della pavimentazione in calcestruzzo architettonico con effetto “sasso lavato” posta sulla passeggiata est. Inserimento di una fettuccina isolante perimetrale in polietilene a celle chiuse dello spessore di 5 mm. per la creazione di giunti di dilatazione tra la  pavimentazione in calcestruzzo architettonico con effetto “sasso lavato” posta sulla passeggiata est e gli elementi inseriti in essa quali chiusini in ghisa o altro materiale, cornici di separazione tra le diverse pavimentazioni, etc.

Inserimento di massi naturali informi in pietra di Apricena per la realizzazione di motivi architettonici all’interno delle nuove aiuole. Realizzazione di passaggi pedonali all’interno dello spartitraffico centrale con la fornitura e posa in opera di lastre in calcestruzzo per permettere l’attraversamento dello stesso da parte dell’utenza ed evitare – nel contempo – il calpestamento indiscriminato del nuovo tappeto erboso. Fornitura e posa in opera di valvole elettromeccaniche che consentono l’afflusso automatizzato dell’acqua nelle nuove aiuole complete di tutti i raccordi in polietilene saldato alla linea principale. Lavori di potatura e sistemazione delle chiome dei pini storici esistenti. Lavori di potatura e sistemazione degli oleandri dello spartitraffico centrale e in adiacenza alla pista ciclabile. Inserimento nel computo metrico di perizia di ore di manodopera e noli per l’esecuzione di lavorazioni di modesta entità, funzionali alla migliore fruizione delle opere principali. Per tali lavorazioni sono stati presi come riferimento di prezzo i costi unitari indicati nel Prezzario Regione Marche 2021, opportunamente aumentati delle percentuali previste per spese generali (15%) e utile impresa (10%).
Inserimento nel computo metrico di perizia di noli di recinzione mobile per la creazione di passaggi pedonali, funzionali all’accesso in sicurezza degli operatori e dei turisti agli stabilimenti balneari adiacenti al cantiere di lavoro.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana