“Attenzione esche avvelenate”: l’allarme in tutto il capoluogo

ANCONA – Si moltiplicano le segnalazioni

Dalla periferia al centro fino ad arrivare in piazza Cavour, via Piave e il Viale della Vittoria. Si moltiplicano le segnalazioni di esche con chiodi e viti nel capoluogo di regione. A farne le spese i cani che spesso e volentieri si avventano su questi bocconi.

L’ultimo episodio in ordine di tempo ieri mattina quando una signora ha notato un pezzo di wurstel al cui interno era stata inserita una vite che era stato lasciato nei pressi di una aiuola lungo il viale della Vittoria, non distante dall’incrocio con via Rismondo. Sul posto è arrivata una pattuglia della Polizia Municipale con lo stesso comando delle Palombare che ha poi predisposto l’affissione di una serie di cartelli in cui si avverte del pericolo circa la presenza di eventuali altri bocconi avvelenati. Impossibile nel fogliame delle tante aiuole presenti lungo il viale andare ad intercettare altre esche di questo genere.

La Polizia Municipale è tornata lungo il Viale della Vittoria anche nelle prime ore del pomeriggio proprio per monitorizzare l’intera situazione. Martedì sera invece una signora a spasso con il cane in via Piave, all’altezza di via Orsi, si è accorta che l’animale aveva mangiato qualcosa per strada ed aveva una vite inserita in bocca. In preda al panico la donna si è prontamente rivolta alla vicina caserma dei Carabinieri con i militari che non hanno esitato ad aiutarla ma sopratutto il cane che rischiava di ingerire la vite che è stata estratta dalla bocca dell’animale.

L’appello dell’Oipa e della Lav è quello di prestare la massima attenzione in qualsiasi punto della città anche per il fatto che ad agire per spirito di emulazione a questo punto potrebbero essere più persone.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia