Atletico Centobuchi salvo: la festa interminabile tra canti, cori e fuochi d’artificio – VIDEO

PROMOZIONE – Il tecnico Grillo ha guidato la squadra dal penultimo posto alla salvezza diretta: “Abbiamo compiuto un miracolo, gli infortuni ci hanno penalizzato ma la forza dello spogliatoio è stata enorme”

di Michele Raffa

Fuochi d’artificio, cene e svariati cori. Sembrano non finire mai i festeggiamenti dell’Atletico Centobuchi dopo aver ottenuto al fotofinish una salvezza diretta che alcune settimane fa sembrava pura utopia. Uno dei principali artefici di tutto ciò, è sicuramente il tecnico Gennaro Grillo. Stagione particolare la sua. Esonerato dopo appena quattro partite (due vittorie e due sconfitte), viene richiamato subentrando a Mazzaferro. Nel frattempo la squadra navigava in cattive acque, un penultimo posto che non lasciava chance se non attraverso i play out. “Abbiamo compiuto un vero e proprio miracolo. Questa è la salvezza di una società e di un gruppo speciale che ci ha sempre creduto, anche quando la classifica ci dava per spacciati – afferma un euforico mister Grillo dopo aver metabolizzato a pieno quanto emerso dagli ultimi novanta minuti di campionato –

Gennaro Grillo, allenatore dell’Atletico Centobuchi

Sperare nella salvezza diretta era alquanto impossibile. Dopo l’esonero di inizio stagione, ho ripreso la squadra che era penultima in classifica e la fortuna non girava certo dalla nostra parte. Continuamente abbiamo dovuto sopperire alle assenze di calciatori top come Ferranti in attacco, capitan Calvaresi a centrocampo, Caioni in difesa (un 2000 su cui puntavamo molto) e poi la maxi squalifica di quattro giornate che ci ha privato di Carminucci nelle partite clou. Nonostante questo la squadra ha saputo reagire alla grande”. Osservando il cammino del Centobuchi, lo sguardo non può non soffermarsi sull’incredibile 2-0 subito in casa della Palmense quando mancavano appena due giornate, poi cosa è scattato? “È una partita che moralmente ci avrebbe dovuto tagliare le gambe. Perdere uno scontro diretto così importante a pochissime giornate dal termine avrebbe fatto male a chiunque, soprattutto a noi perché poi avremmo dovuto affrontare Colli e Monturano. Nello spogliatoio è scattata quella scintilla che ci ha permesso di totalizzare 4 punti e festeggiare una salvezza fantastica. Futuro? Non ne voglio sentir parlare. Sarei felicissimo di continuare la mia avventura qui, ma dopo un rush finale così serrato è giusto staccare un po’ la spina e tra un paio di settimane inizieremo a  programmare la stagione che verrà”. 

 

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS